Ergastolo della patente, Zaia indignato: “È una barzelletta che non fa ridere”

“Il reato di omicidio stradale, atteso da anni e ancora incredibilmente in pensatoio, perde per strada una sua parte fondamentale come l’ergastolo della patente, unica vera garanzia di non reiterazione del reato, deterrente ancor più del carcere, da dove una scappatoia per uscire si trova sempre. È una barzelletta che non fa ridere”. Lo dice, “con rammarico pari all’indignazione”, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, commentando il deposito in Commissione Giustizia del Senato del disegno di legge sull’omicidio stradale, dal quale è scomparsa la previsione della sanzione più severa, quella che prevedeva per i condannati di non poter guidare mai più. Continua a leggere

Sparisce l’ergastolo della patente. Asaps: “La giustizia sulla strada si allontana”

“Alla fine in Parlamento la tribuna numerata dei difensori estremi dei vari diritti, compreso quello della mobilità a discapito della tutela alla sicurezza e alla vita, ha sempre la meglio. Ora apprendiamo con stupore che uno dei due pilastri dell’omicidio stradale, quello relativo all’ergastolo della patente, verrà di fatto costruito con un debole calcestruzzo che limiterà gli effetti a sanzioni accessorie con la sospensione della patente da 5 a 12 anni. Questo, ci dicono, per rimanere entro il recinto del diritto alla libertà di movimento tutelato dalla Costituzione”. Per Giordano Biserni, presidente dell’Associazione sostenitori Polstrada (Asaps), “si sgretola il pilastro dell’ergastolo della patente” e questo “stupisce perché la proposta, l’impianto originale e le dichiarazioni di parlamentari e relatori inizialmente non andavano in questa direzione”. Continua a leggere

Rc auto, l’attestato di rischio potrà essere inviato anche via Facebook o Twitter

Sono i social network i nuovi strumenti di comunicazione utilizzati dalle assicurazioni. L’attestato di rischio, il documento che attesta in numero di incidenti denunciati negli ultimi cinque anni, arriverà agli assicurati anche attraverso nuove strade. “Dal primo giugno l’attestato di rischio degli automobilisti potrà essere inviato anche via Twitter, Facebook e Whatsapp”, ha dichiarato Antonio De Pascalis, capo del servizio studi Ivass, spiegando che il documento sarà a disposizione degli assicurati principalmente sul sito web della compagnia, ma andrà prevista anche un’altra modalità di invio a scelta tra quelle proposte dall’Ivass: posta elettronica, app per smartphone e social network. Continua a leggere

Vai in moto ma non sei Valentino Rossi? I consigli della polizia cantonale svizzera

“Dopo aver visto la mia moto durante tutto l’inverno parcheggiata in fondo al garage di casa, con l’arrivo della primavera, ecco che inizio ad immaginare un’altra stagione sulle strade con lei”. È il pensiero di molti motociclisti, scritto anche dalla polizia cantonale Svizzera in una nota con la quale le forze dell’ordine danno alcuni consigli ai centauri: dall’abbigliamento adeguato ai limiti di velocità, dai sorpassi alla manutenzione della moto e molto altro. Continua a leggere

Aria pulita grazie alle pensiline dei bus, così le spugne trattengono lo smog

E se l’aria che respiriamo venisse filtrata dalle polveri sottili? Ad Hong Kong si stanno sperimentando delle “spugne” sistemate proprio alla fermata degli autobus. I macchinari sono in grado di ridurre la presenza del monossido di carbonio fino al 40 per cento e anche di trattenere le polveri sottili, Pm 10 e le terribili Pm 2,5 che raggiungono i polmoni in profondità. Continua a leggere

Automotive Dealer Day da record. Tra le moto è Bmw la preferita dai concessionari

Record di partecipanti per l’edizione 2015 di Automotive Dealer Day, che si conferma l’appuntamento B2B leader in Europa per il settore automotive e il punto di riferimento per l’aggiornamento e per il business networking professionale di concessionari, manager di case auto, veicoli commerciali e moto, fornitori di prodotti e servizi per i dealer, riparatori autorizzati e indipendenti, aziende del settore comunicazione, IT e tecnologie. Nutrita la partecipazione dei vertici delle case costruttrici, con oltre 15 brand rappresentati. Continua a leggere

A Parigi in treno, in aumento i passeggeri che scelgono il Tgv. Cresce la puntualità

Sono sempre più le persone che utilizzano il Tgv, il treno ad alta velocità francese, per viaggiare tra l’Italia e la Francia. “Tra il 2013 e il 2014 il traffico internazionale del Tgv Italia-Francia è aumentato del 6,6 per cento”, ha infatti annunciato il direttore europeo di Voyages Snfc, Jean-Yves Leclercq nel corso di una conferenza stampa a Milano. In crescita anche la puntualità del treno, che tra il 2012 e il 2014 è aumentata del 22 per cento. Continua a leggere

Nasce il Q-Index di Quattroruote, ogni mese calcolerà quanto costa avere un’auto

Chi vuole conoscere nel dettaglio i costi relativi alla propria auto ha uno strumento in più. Si chiama Q-Index ed è l’indice dei prezzi al consumo dei servizi e dei prodotti del settore automotive creato da Quattroruote. Si tratta, spiega una nota della rivista di motori, di ”un vero e proprio indice di inflazione per l’automobilista, che calcola ogni mese quanto costa possedere una vettura, acquistarla ma anche mantenerla e utilizzarla”. Continua a leggere

La patente non vale all’estero, in caso di infrazioni la guida può essere vietata

In caso di infrazioni gravi, un cittadino europeo potrà vedersi vietata la guida in un Paese diverso da quello in cui è stata rilasciata la patente. Il principio, già contenuto nelle direttive in vigore, è stato ribadito dalla Corte di giustizia dell’Unione europea. La sentenza in questione fa riferimento al caso di una donna austriaca che, fermata a un controllo in Germania, è risultata positiva alla cannabis. Le autorità tedesche hanno quindi deciso di proibirle la guida sulle strade tedesche, sebbene la donna dotata di patente austriaca possa continuare normalmente a guidare in Austria. Continua a leggere

I prodotti comprati online arrivano direttamente nel bagagliaio nell’auto

Non finisce mai di stupire il colosso dell’e-commerce Amazon. L’ultima novità che sta per sperimentare al momento limitatamente a una zona della Baviera, in Germania, è la consegna di prodotti direttamente nel bagagliaio dell’auto. I requisiti necessari sono un abbonamento “Amazon Prime” e il possesso di una connected car Audi. Continua a leggere