L’articolo 18? È una scusa per non parlare dei veri problemi (anche del trasporto)

Può la soppressione dell’articolo 18 determinare la ripresa nel Paese? E il “caso” scoppiato attorno alla norma che tutela i lavoratori con contratto a tempo indeterminato da possibili licenziamenti illegittimi è solo un paravento (in tempi di contratti indeterminati col contagocce e di precarizzazione di massa) dietro il quale nascondere problemi ben più importanti ma di cui “è meglio” non occuparsi? In entrambi i casi la risposta è sì. Perché l’articolo 18, causa le interpretazioni della magistratura e il potere del sindacato, è divenuto nel tempo un ostacolo allo sviluppo delle imprese (a partire da quelle dell’autotrasporto che sanno quanto sia miope mantenere in vita la norma quando si possono trovare centinaia di autisti in affitto, in regola, a basso costo); e perché le stesse imprese di trasporto hanno sperimentato come il sindacato spesso rifiuti di affrontare i temi più importanti. Continua a leggere

Stimolante sessuale in auto: sequestrate 3000 dosi alla dogana svizzera

Sicuramente sono stati momenti di grande imbarazzo per due cittadini della Bosnia Erzegovina (di 36 e 46 anni) quando alla dogana tra l’Italia e la Svizzera, diretti proprio nella Confederazione Elvetica le guardie di confine hanno iniziato a perquisire la loro auto. Da alcuni vani segreti del veicolo sono infatti spuntate 450 scatole contenenti la bellezza di 3mila dosi di stimolante sessuale.  Continua a leggere

Autotrasporto in fuga dall’Italia, il Gruppo Arcese pronto a licenziare 120 autisti

“In Italia non si può più lavorare, se non si trova una soluzione sono pronto a smantellare tutto quello che ho in Italia. Non sarà un processo veloce, ne tantomeno indolore, ma lo farò”. Così parlò Eleuterio Arcese, presidente di Anita, nel 2009. Ora quelle parole, che cinque anni fa erano suonate come un drammatico Sos lanciato al Governo italiano (ma anche ai sindacati) perché facessero qualcosa per fermare la fuga di imprese di autotrasporto all’estero, risuonano come una fosca previsione destinata ad avverarsi. L’ultima conferma arriva dalla decisione comunicata dall’azienda di chiudere i piazzali di Rivalta (in provincia di Torino), Corbetta (nel milanese, dove lavorano quasi tutti autisti trasferiti negli anni scorsi da Torino) e Rovereto (Trento) licenziando 120 dei 180 autisti. Un taglio che ha spinto i lavoratori a dichiarare lo sciopero. Continua a leggere

Salone dell’auto di Parigi, tra le novità la Fiat 500X e l’ultima Ferrari di Montezemolo

Manca ormai pochissimo all’apertura del Salone dell’auto di Parigi, che torna nel 2014 dopo la consueta alternanza con la rassegna di Francoforte. Il 2 e 3 ottobre c’è l’anteprima, mentre l’apertura al pubblico è prevista dal 4 al 19 ottobre. Tantissima la curiosità per le novità di un mercato che di fatto viaggia a due velocità. Da una parte, spiega l’Ansa, c’è l’Europa, dove nei primi otto mesi dell’anno le vendite sono cresciute del 5,8 per cento, ma con prospettive ben lontane da un ritorno alla stabilità, soprattutto per la debolezza di mercati considerati trainanti come Italia, Francia e Germania. Continua a leggere

Fermo dei tir, c’è un complotto dei poteri forti? Uggé: “No, solo una mente confusa”

“Non aver ancora compreso che le riduzioni compensate per le accise sul gasolio per l’autotrasporto significano un aumento di competitività nei confronti del conto proprio e dei vettori occasionali stranieri è allarmante, così come preoccupante è sentir qualcuno proporre che gli sconti vengano riconosciuti ai caselli. Una simile operazione è inattuabile, come del resto sostiene la stessa Corte dei conti, e oltretutto significherebbe per le imprese di autotrasporto vedersi riconosciute riduzioni di appena qualche centesimo per automezzo. Leggere certe affermazioni significa solo trovare  la conferma di quanto sia alta la confusione nella mente di chi dovrebbe invece mantenere la massima lucidità per comprendere quello che sta realmente succedendo e poter così compiere al meglio l’incarico affidatole: quello di guidare un’organizzazione di autotrasportatori e di tutelarli”. Continua a leggere

Ferrari integra l’iPhone nelle auto, consegnata la prima FF con CarPlay

È nelle mani di un italiano la prima Ferrari FF (il nuovo modello a quattro posti e con quattro ruote motrici) dotata del sistema CarPlay. Le Ferrari che dispongono dell’innovativa tecnologia Apple integrata sono in consegna in questi giorni e stanno raggiungendo le loro destinazioni in tutto il mondo. In Europa sono dirette in Germania, Gran Bretagna, Francia e Svizzera, mentre altri esemplari hanno preso la via verso Stati Uniti e Giappone. Continua a leggere

Le nuove cabine dei camion? Devono essere confortevoli per autisti sovrappeso

Il colosso dei motori Daimler pensa alla salute dei camionisti, perché sono loro che muovono l’economia tedesca. La casa di Stoccarda ha infatti creato un Centro per studiare il comfort degli autotrasportatori: molti sono sovrappeso, alcuni addirittura obesi, e soffrono in cabine studiate e create da ingegneri per camionisti snelli. “Il risultato”, si legge su Italia Oggi, “è che il 70% soffre di dolori articolari e di altri disturbi, così corrono più rischi, e li fanno correre a noi”. Ma come simulare il fisico degli autotrasportatori? Semplice, vengono applicati cuscinetti pesanti sulla pancia e sulle spalle dei collaudatori per controllare come si muovono ai comandi di un gigante della strada. Continua a leggere

Presentato il nuovo Frecciarossa Etr 1000: da Roma a Milano in 2 ore e mezza

Da Milano Centrale a Roma Termini in sole due ore e mezza con un treno che viaggerà a 360 chilometri orari. Sarà possibile con il nuovo Frecciarossa Etr 1000, che farà la prima corsa inaugurale il 1 maggio in occasione dell’avvio di Expo e che prenderà servizio da metà giugno. Sono 50 gli esemplari acquistati da Trenitalia per un investimento di 1,5 miliardi. “I prezzi non sono ancora stati stabiliti perché li fa il mercato, soprattutto nell’alta velocità”, ha spiegato l’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, durante l’anteprima mondiale a Innotrans di Berlino, la principale fiera del settore ferroviario. Continua a leggere

Anche l’assicurazione può essere ecologica: online l’Rc auto a impatto zero

Quando cerca un’assicurazione auto di solito l’italiano medio guarda prima di tutto un parametro, ossia il prezzo. In un momento in cui è però particolarmente politically correct tutto ciò che è green, ecco che se una compagnia scommette su un progetto impatto zero può acquistare maggiore appeal verso una particolare fetta di clienti. Direct Line ha lanciato un nuovo brand green, Ben Assicura, 100 per cento online. Bisogna essere veloci però. I primi 300 clienti avranno la possibilità di rendere a impatto zero la polizza assicurativa per i primi 10.000 chilometri percorsi dall’auto. Continua a leggere

Telefonini e tablet si potranno usare anche in aereo: c’è il via libera dell’Easa

Stop all’isolamento tecnologico quando si vola. Venerdì l’agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa) ha infatti dato il via libera all’utilizzo di apparecchi elettronici, dagli smartphone ai tablet, dai computer portatili ai lettori mp3, durante il volo. Come si legge sul sito di Easa, le compagnie aeree potranno ora consentire l’utilizzo dei dispositivi elettronici portatili durante tutta la durata del volo. Continua a leggere