Pneumatici comprati su internet: acquisti online per un automobilista su quattro

Oggi si compra sempre più online, ma scoprire che gli pneumatici sono tra gli articoli maggiormente acquistati in rete stupisce un po’. Difficile pensare soprattutto a tante esponenti del gentil sesso in grado di conoscere la misura delle gomme della propria Mini o Lancia Y. In molte non sanno neppure dove si trova il ruotino di scorta. Facili battute a parte, il trend dell’acquisto degli pneumatici online è addirittura europeo. Questo almeno emerge dal Delticom Report 2014, condotto nella primavera del 2014 da Skopos, istituto di ricerca di Colonia, per conto di Delticom, e che ha interpellato oltre 5mila automobilisti e automobiliste, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, provenienti da cinque Paesi europei, tra cui l’Italia.

Un quarto di tutti gli automobilisti intervistati ha già acquistato pneumatici su internet, e la maggior parte di essi l’ha fatto in uno dei negozi online di Delticom. Il 20 per cento dei consumatori risulta infatti aver acquistato pneumatici nel negozio online italiano www.gommadiretto.it. Oltre la metà degli automobilisti ha espresso la propria propensione ad acquistare online i propri pneumatici la prossima volta che dovrà comprarli, un dato che rappresenta un altro interessante trend in crescita. Nel 2012 solo il 4 per cento aveva dichiarato di aver acquistato online, l’ultima volta, i propri pneumatici; nel 2014 la percentuale è pari al 19 per cento. Secondo i risultati del sondaggio, gli automobilisti italiani guardano al prezzo (57 per cento) leggermente meno che nel 2012. D’altra parte, elementi essenziali del servizio offerto quali scelta (64 per cento) e disponibilità di pneumatici (59 per cento) sono importanti al momento della scelta del proprio fornitore di pneumatici.

112 risposte a “Pneumatici comprati su internet: acquisti online per un automobilista su quattro

  1. Salve, noi operiamo nella vendita e installazione di pneumatici per autovettura da 50 anni e le posso garantire che il comperare online non conviene mai sia sul prezzo finale sia sulla qualita’ del prodotto (eta’, modello, omologazione) per non parlare dei continui errori commessi in fase d’ordine e di consegne con costi aggiuntivi. Oltretutto acquistiamo in un Paese si europeo ma non il nostro… Provate a presentarvi al ristorante con una bella bistecca e chiedete di cucinarla per voi magari ben cotta: sicuramente il ristoratore non la preparerà e comunque anche dietro compenso lo fara’ contro voglia. Affidatevi a dei professionisti onesti!!! Grazie.

    • L’anno scorso chiedo…80cinesi 100 europee…online ho pagato a 45! poi ho speso 7 euro per il montaggio e le gomme le ho buttate io in discarica,gratis….sunitrac focus 9000 …linglong dietro tanto per provare e faccio 20.000 km l anno e nessun problema!

    • Riparo biciclette e spesso vengono clienti con pezzi acquistati on line,non cè nessun problema ,li monto e mi pagano. Che bello non fare magazzino e non dover perdere tempo a reperire i pezzi. meno fatture e burocrazia. Per quanto riguarda riguarda le gomme, basta verificare se lo pneumatico rispetta le omologazioni e se cosi non fosse non lo si monta

    • Queste sono le considerazioni dei commercianti italiani di pneumatici… ho sempre acquistato pneumatici on line… ultimo treno di gomme : 215/55 r 16 91 v goodyer efficient grip performance..il mio gommista mi aveva preventivato 140 euro a gomma incluso montaggio…io le ho acquistati a 101 euro …il mio gommista era diffidente sul Paese di costruzione e sulla data di costruzione DOT.. bene : made in Germany e costruzione tre mesi prima del mio acquisto.. Un prodotto TOP…con 70 euro le ho montate e convergenza, e mi sono ritrovato in tasca 90 euro di risparmio…

    • Carissimo, al ristorante non si paga a parte il servizio di montaggio ed equilibratura della bistecca! Il tuo paragone non ci sta.
      La mia ultima esperienza e’ questa: 4 Pirelli Cinturato All Season Plus, da voi gommisti 95Eur di prezzo medio, su internet 73Eur. Differenza di 22Eur a gomma x 4 fa ben 88 Euro.
      Di cosa vogliamo parlare?

    • Scusami puoi dire quello che ti pare ma i fatti ti smentiscono. Non si può buttare fango sul futuro devi solo adeguarti e cercare di guadagnare almeno il 60% in meno di come ti sei abituato. Se dico tutto ciò e perchè non si può pagare una gomma di 30 euro di più cada una. Ciao……chi si accontenta rimane aperto

  2. Cosa ci dev’essere scritto su uno pneumatico per essere certi che sia in regola con le norme europee? Il mio meccanico mi ha parlato di clienti arrivati in officina con gomme pagate tre e una cicca ma fuorilegge in Italia!!!!!

  3. Per Andrea: non sono per nulla d’accordo con te!!!! Mi sono rivolto al sito indicato nell’articolo e mi sono trovato bene risparmiando anche bei soldi … il mio gommista di fiducia mi ha addirittura detto che anche lui si rivolge loro, maggiorando ovviamente il prezzo per il suo guadagno. Purtroppo non tutti i professionisti sono onesti (la maggior parte sì) … Tu sei di parte !!!

    • Io avevo 4 gomme, sunitrac focus9000 …195 r16 e mi son trovato benissimo! poi vado a scoprire che hanno una sigla..mi sembra xl..xxl? cmq indago e sn pure rinforzate

  4. Come tutti gli acquisti online bisogna stare attenti.La mia macchina monta gomme con misure particolari,Smart Brabus, quindi 175/50/16 all’anteriore e 223/35/17 al posteriore. Ovunque andassi mi davano prezzi dai 1000 ai 1200 euro per le Yokohama S drive, marca con cui esce l’auto. Mi dispiace contraddire il signor Andrea, ma online ho preso lo stessa marca, stesse caratteristiche, stesso codice di velocità per 536 euro,108 euro a gomma per l’anteriore e 164 euro a gomma per il posteriore, senza costi di spedizione visto che molti siti se prendi almeno 2 gomme non le fanno pagare e sono convenzionati con molti gommisti e montano le gomme a 15 euro l’uno con tanto di convergenza ed equilibratura e c’è la possibilità di far arrivare le gomme direttamente dal gommista. Naturalmente ho controllato anche la data di fabbricazione e le gomme avevano solo 4 mesi,fabbricate a maggio e montate a ottobre. Alla fine ho speso 600. Piccola precisazione sul sito gommadiretto: non è italiano ma tedesco…

  5. E’da cinque anni che compro su gommadiretto.it e mi trovo benissimo. Anche se poi devo pagare il montaggio risparmio circa 150 euro, che non è poco! Salvo rari casi i gommisti in Italia sono cari.

  6. Io compro sempre online un po’ di tutto, le ultime gomme che mi sono arrivate ieri (estive) sono datate aprile 2014, praticamente appena costruite.
    Online per la stessa gomma e stessa marca si arriva a risparmiare il 30-45 % e son soldi eh!
    Inoltre occhio a pensare che le migliori marche son le solite e conviene comprare solo quelle, balle colossali, ci sono tanti costruttori che fanno gomme di ottima qualità, per capire cosa fa al caso vostro guardate le opinioni dei consumer che hanno un veicolo simile al vostro inteso come peso e potenza e…..risparmiate

  7. Caro Andrea, da quanto ho capito per quello che hai detto sei un gommista incompetente e disonesto da 50 anni. Ma ti pare che comprare su internet non si risparmi? Ma ti sei mai fatto un esame di coscenza di quante persone hai fregato? Come io vengo da te per montarmi le gomme che ho acquistato per i fatti miei e tu non me le monti? Fai molta attenzione a quello che fai o a quello che dici, altrimenti mi sa che se continui cosi la gente non verrà più da te a fare nulla e ti faranno una pubblicità negativa e potrai chiudere baracca e burattini. Ricorda che il futuro e internet. Io ho fatto la stessa cosa ed ho risparmiato la bellezza di 300 euro caro mio e gomme di ottima qualità!!!!!!

  8. Buonasera, essendo l’amministratore di un e-commerce di pneumatici, posso solamente confermare il dato dell’articolo. Il trend è in salita. Chi compra online lo fa in totale libertà ovvero decide di girare vari siti, trovare quello che ha prezzi bassi con un risparmio di almeno il 20% inclundendo anche spedizione e montaggio, garanzia del prodotto, pagamenti sicuri come Paypal, spedizioni in tempi ragionevoli e tracciabilità delle stesse, personale qualificato in grado di consigliare ed assistere il cliente sulle migliori gomme da acquistare, centri convenzionati per il montaggio, recensioni dei prodotti . Oggi si può scegliere online tra più di 200 marchi e 30000 modelli, dalla prima fascia che gli Italiani in genere hanno sempre montato, ai nuovi brand più economici ma con alti standard di sicurezza e qualità, dove l’autista medio si sta sempre più orientando. Chiaramente è necessario accertarsi e chiedere al venditore la certezza che le gomme siano marchiate E4 (omologazione europea) . Milioni di pneumatici venduti tramite l’online danno modo al consumatore di acquistare almeno sulle misure più comuni, produzioni sempre più recenti. Il gruppo Delticom vanta oltretutto un’ eccelsa rete di negozi ma il panorama è ben più ampio poiché in rete è bene sempre confrontare almeno 4-5 siti online.

  9. Per Andrea: io penso che la nascita ed il successo di questi siti, sia dovuta anche alle numerose fregature che noi automobilisti in passato abbiamo preso da rivenditori poco professionali. Infatti con la nascita di questi siti, tutti ora possono capire quanto nuove sono le gomme acquistate on-line, e quante fregature in passato abbiamo preso. Concordo che il fattore rischio di un acquisto on-line c’è e le problematiche successive e la loro gestione distinguono un sito dall’altro (proprio nella gestione dei resi o difetti si distinguono le professionalità di questi siti) Ultimo pensiero ANDREA! L’esempio della bistecca forse si poteva risparmiare, perchè se il cuoco non mi cucina professionalmente la bistecca che ho portato io, non mi fiderei nemmeno di quella che mi fornisce lui direttamente. Forse è proprio questo che spinge a comprare on-line.

  10. L’acquisto degli pneumatici on line, come tutti gli articoli in commercio, ha senso se in primis ti fa risparmiare e in secondo luogo se tale risparmio è comunque giustificato. Voglio dire, per le utilitare e le macchine medie i prezzi in internet sono più bassi che dai rivenditori ma poi a questi bisogna aggiungere il costo del montaggio/equilibratura che porta la spesa al pari se non oltre a quello che si spenderebbe in officina. Per pneumatici medi (16 e 17 pollici) nel conto finale la convenienza effettivamente sussiste, ma per 30/50 euro di risparmio non mi sognerei nemmeno di dannarmi l’anima di perdere mezz’ora a comprarmeli in internet, farmeli arrivare a casa, caricarmeli in macchina andare dal gommista chiedere di montarmeli con il rischio magari che sussista qualche problema (vibrazioni, sussultamenti) perchè a quel punto non saprei dove andare a sbattere la testa (saranno sicuramente in garanzia, ma un conto è un rapporto diretto un conto è con un negozio on line). Il vero risparmio è sugli pneumatici di alta gamma (da 18 in sù), dove effettivamente si riscontrano scontistiche sostanzialmente elevate che arrivano anche a 200/250 euro di risparmio.

  11. Per Andrea Maria Persico: ecco il tipico esempio di qualcuno che è disposto a tutto pur di mantenere i suoi (piccoli) privilegi… é ovvio che andare dal gommista con gomme acquistate altrove non faccia felice il gommista. Ma la domanda corretta è: la sua felicità deve costarmi il doppio del costo dei pneumatici comprati in rete? Non diciamo fesserie. Se si sta attenti a cosa si compra, si possono risparmiare dei gran bei soldi. Con buona pace di quei gommisti che, ancora oggi nonostante la crisi che ci ha colpiti, cercano di lucrare in modo spropositato sugli automobilisti.

  12. Come si possa affermare che “comprare online non conviene mai” proprio non lo capisco, se non come mera difesa dei propri interessi che, per carità non è certo un delitto. Ho acquistato i pneumatici per il mio Suv da un sito online dopo aver fatto ricerche sulle opinioni dei clienti, sono stati molto professionali e mi hanno mandato gomme nuovissime (fabbricate 3 mesi prima). Le ho portate al mio concessionario che me le ha montate per 10 euro a gomma. Ho risparmiato tra i 25 e i 35 euro a gomma. Moltiplicate per 4 e giudicate se non conviene. Ovviamente acquisto regolarmente fatturato.

  13. Comprare online non conviene mai, si, ai gommisti hahaha. Se non ci fosse il web tra assicurazione e gomme si spenderebbe il doppio!

  14. Ogni medaglia ha il suo rovescio, e ogni azione ha il suo tornaconto. Non compro pneumatici online, perché ho un gommista di fiducia che, quando avevo bucato, ha alzato il sedere ed è venuto ad aiutarmi. Perché, per il montaggio e smontaggio delle gomme estive/invernali, si accontenta di 15€. Perché, quando compro le gomme, mi consiglia bene e non fa una cresta esagerata sui pneumatici. Se non avessi questo tipo di gommista, le comprerei sicuramente online. Un vero professionista non ha paura della competizione online, perché non é solo sul prezzo che fa battaglia. Purtroppo il nostro paese non è pieno di veri professionisti.

  15. A proposito di pneumatici, è “normale” che un treno di Michelin equivalenti alle Pirelli P7 mi abbia fatto percorrere più di 15mila chilometri in più prima di consumarsi? Qualcun altro ha avuto esperienze simili?

  16. Io faccio il commerciante e posso dire che gli acquisti online sostituiranno alcuni punti vendita al dettaglio.
    Io compro spesso le gomme della mia macchina su internet e posso dire che solo i siti appoggiati ad un magazzino tedesco, possono dare serietà e competenza. La società sta cambiando, come gli stili di vita e altro.

  17. Pirelli P7 e pneumatici equivalenti Michelin? Anch’io ho avuto modo di provarli entrambi, su una mercedes Classe S, e devo confermare che con i P7 ho fatto oltre 10mila chilometri in meno. In compenso quando in autostrada a Roma mi sono ritrovato sotto un diluvio universale con le Michelen mi sono fatto il segno della croce: tenuta sul bagnato da incubo. E sono immediatamente tornato alle P7, che in quanto a tenuta battono le francesi 10 a 0!!!!!

  18. Buongiorno a tutti, devo dire che il sito di vendita http://www.pneuzilla.com è stato con me ed altri amici veramente eccellente. Rispondono anche al telefono per qualsiasi dubbio e ti aiutano nell’acquisto. Non risponde un call center ma loro in persona. Sono stati in grado di dare ottimi consigli e insieme abbiamo optato per il gommista dove andare a montare le gomme. Ho risparmiato tempo e un po’ di denaro…ma soprattutto non sono stata obbligata all’acquisto per forza…i consigli dati e il fatto che in caso di errori o problemi dietro risponda un’azienda seria per me è stato fondamentale. le persone alle quali l’ho consigliato sono rimaste altrettanto contente. Da provare http://www.penuzilla.com

  19. Sono un gommista, e mi ritengo onesto, sebbene ci additiate come cari ed approfittatori. Mi rivolgo a coloro i quali ci definiscono cari con una domanda: quant’è secondo voi (esprimetevi in euro e non in percentuale) il ricarico netto (tasse escluse) che ritenete congruo per una acquisto medio di un set di pneumatici intorno ai 400 euro… scommettete che la vostra ipotesi di guadagno, sommata l’iva, il contributo ambientale, i costi di ammortamento degli impianti e le tasse che il nostro “socio” stato italiano ricarica, corrisponde ai prezzi della maggiorparte delle officine italiane???

  20. Il sito gommadiretto.it è di proprietà di Delticom, una multinazionale tedesca che fattura più di 500 milioni di euro all’anno, e che grazie al suo potere di acquisto riesce a comprare pneumatici ad un notevole minor prezzo rispetto al piccolo gommista di paese. Tutti gli utili di questa società vanno finire in altri paesi e non pagano tasse in Italia, mentre il gommista è costretto a fare prezzi più alti perchè paga le tasse in Italia. Ora mi chiedo, è meglio far chiudere le migliaia di gommisti sparsi per l’Italia o far arricchire le poche decine di manager di queste enormi multinazionali dell’e-commerce? E’ un pò come le botteghe di paese che stanno chiudendo tutte a scapito dei grandi gruppi di supermercati mondiali. Stiamo diventando un sistema moderno e globalizzato di servi della gleba (noi consumatori) tutti pronti per correre a comprare i prodotti dei nuovi aristocratici (i manager) capaci solo di arricchirsi sulle spalle di noi tutti.

    • Il problema caro mio qui in Italia sono le retribuzioni dei lavoratori dipendenti e dei pensionati che non gli consentono costi “extra” quindi se si possono risparmiare 100 euri ben venga …altrimenti aumentate stipendi e pensioni e anche di tanto perché non ci sono solo i pneumatici da comprare nella vita…

  21. ciao, vi garantisco che molte officine comprano anche loro online… e gommadiretto è quella che conosco in tanti.Tra l’altro molto onesti e professionali… Ho comprato 3 volte da loro, mai un problema.

  22. Comprare i pneumatici su internet costa meno punto e basta… ho acquistato le gomme online misura 205 55 16 w pagate 53 euro a gomma,le stesse identiche gomme dal gommista mi hanno chiesto 80 euro!!anche se mi prendono 30 euro per montarle non mi interessa ci ho sempre guadagnato.

  23. Io compro sempre da http://www.euroimportpneumatici.com le gomme arrivano quasi sempre dalla stessa Delticom e i prezzi sono ulteriormente inferiori di circa il 10 per cento. Con un treno ho avuto un problema di bolle sui fianchi e mi hanno subito mandato gomme nuove in sostituzione a costo zero. Per anni voi gommisti avete monopolizzato e lucrato sugli pneumatici, finalmente riusciamo a tenerci qualche euro in tasca senza essere spennati quando dobbiamo cambiare le gomme. Penso che un pò di soldi si tirano su anche con i montaggi e se fossi un gommista mi iscriverei a tutti i siti e vivrei solo di montaggi. Viva l’online!!!!

  24. Alberto i gommisti onesti esistono… solo che a livello di prezzo non potete competere con l’online. Punto e basta. Non bisogna piangere per questo….dovete reinventarvi come fanno quelli dalle mie parti con revisioni, convenzioni montaggio per i siti, ecc…. VISTI POI I VOSTRI RICARICHI SU GOMME DA MOTO…..VORREI USARE PAROLE DIVERSE MA MI TRATTENGO….POSTERIORE 180/55 PAGATA 65 EURO, VENDUTE MONTATE A 160!!!!!

  25. Purtroppo, Luca, le tue parole sacrosante non serviranno a convincere chi come Alicea, con tutto il rispetto, è convinto di sapere come si gestisce un’azienda in Italia, non avendolo probabilmente mai fatto. Per conto mio comunque, non importa dove o come compriate pneumatici e ne a che prezzo, l’importante è che viaggiate sicuri perchè sulla strada non siete soli, e gli altri automobilisti non meritano di farsi del male per la negligenza di molti, moltissimi incoscienti!?

  26. Ormai il commercio online è su tutto e bisogna ammetterlo…CONVIENE! Ovvio che bisogna sempre analizzare il sito dove si compra… per quanto riguarda il tema “pneumatici” io personalmente mi sono sempre affidato a Euroimport e continuerò a farlo perchè risparmio tantissimo e l’azienda è molto seria e disponibile. Oltretutto chiedendo anche dei consigli sull’acquisto ti riescono a trovare il pneumatico adatto alla tua auto!

  27. Sempre di più la vendita on line diventa un ottimo modo per risparmiare. E se non si è soddisfatti per un motivo piuttosto che un altro, il prodotto può essere reinviato venendo rimborsati della spesa fatta!

  28. La mia azienda è aperta da 69 anni e conosco anche l’andamento del mercato straniero, e vi garantisco che l’acquisto su internet a lungo termine non conviene, perchè la redditività delle aziende è già al limite, quindi, fino a quando un’officina che è disposta a montare le gomme portate dal cliente mantiene una percentuale di vendita propria non sotto il 90% ha utile, altrimenti no, quindi se il mercato si dovesse spostare sulla vendita web la manodopera crescerebbe in maniera esponenziale. Insomma, un gommista di solo manodopera, con i prezzi attuali chiuderebbe, io non mi preoccupo più di tanto, perchè la parte artigianale qualcuno deve farla. Attenzione al commercio in generale però, che se il futuro è questo non lamentatevi poi della disoccupazione e della mostruosa differenza che si sta creando tra il ricco e il povero.

  29. Comunque riguardo ai gommisti che comperano su internet vi posso garantire che hanno solo un motivo per farlo, il motivo è fare nero, perchè le gomme su internet costano più o meno il 5 per cento in più che da un grossista, ma possono essere pagate come privati fuori dalla ditta e si intascano il ricarico in nero, potendo essere più concorrenziali e guadagnando di più.

  30. Salve ragazzi, in base alla mia esperienza posso dirvi che su Internet si possono trovare anche pneumatici usati ma di qualità e con una buona percentuale di battistrada, per esempio il sito pneumaticiusati.it dove li ho acquistati mi è stato davvero di aiuto.

  31. Alcuni hanno parlato di Euroimport, ma non vi pare strano che non sia possibile acquistare tramite partita iva (sul sito in fase di registrazione c’è scritto “Vendita esclusa ai possessori di partita IVA”) e che non fanno riferimento ad essa in nessun posto nell’indicazione dei prezzi? Voi che avete acquistato avete ricevuto regolare fattura con l’importo totale dell’iva 22% indicata?

  32. Prima di acquistare vi consiglio di controllare le opinioni di altri automobilisti su http://opinionipneumatici.it sono opinioni indipendenti di automobilisti. Se siete in dubbio se acquistare pneumatici invernali e vi state chiedendo quali acquistare vi consiglio http://pneumatici-invernali.guru dove trovate tutte le informazioni possibili immaginabili. Se acquistate online e non sapete dove montarle potete trovare migliaia di gommisti disponibili in tuta Italia su http://montaggiogomme.it ed infine prima di acquistare online chiedete sempre se vi fanno la fattura, se non la fanno evitate, perche’ molti siti evadono l’IVA, acquistano all’estero e con la tecnica delle frodi carosello ce lo mettono tutti in quel posto. Ultimissima cosa, ennesimo link, l’unico sito che offre anche il reso gratuito in caso di problemi è http://www.gomme-auto.it buoni acquisti!

  33. Ho fatto alcune ricerche su alcuni forum e quelli che hanno acquistato da Euroimport non hanno ricevuto fattura. Addirittura uno su un forum di possessori Oper Insigna scrive proprio “Euroimport NON fornisce FATTURA”. Ho visto che nel commento di Roggia Claudia c’è il link proprio a tale sito, quindi ritengo che lo gestisca lei. Claudia Roggia, se ci leggi, puoi spiegare come mai non permettete l’acquisto ai possessori di partite IVA e e non rilasciate fattura? L’IVA che applicate è il 22% su tutto l’importo? Per un possessore di partita iva è sicuramente vantaggioso scaricarla e rischiate di perdere molti ordini limitando la vendita a tali soggetti. Perché lo fate?

  34. Ciao. Io acquisto pneumatici online dal 2007. Ho comprato sia da Gomma Diretto che da John Pitstop, Gommista Specialista e Gomme Auto, a seconda di dove trovavo il prezzo migliore. Da Euroimport non ho mai comprato perché non mi facevano comprare con la partita Iva, cosa molto stupida seconda me. Mi sento di dirvi che ci sono molti venditori affidabili online e che girando tra i vari siti si trovano anche prezzi molto diversi per lo stesso prodotto. Per trovare il prezzo migliore credo di fare cosa gradita consigliandovi Prezzi Gomme (http://www.prezzigomme.com) che è un comparatore di prezzi che automaticamente ti ordina i risultati dei negozi online tenendo conto pure di spedizione, montaggio, pfu e costi vari che molti siti nascondono in una prima fase, ma che alla fine bisogna pagare lo stesso. Tra l’altro mi sembra che Prezzi Gomme verifichi anche i negozi di cui mostra i prezzi non permettendo l’ingresso a chiunque, ma solo ai negozi più affidabili per limitare al massimo possibili truffe e inconvenienti, almeno questo me lo disse un mio amico che avevo scritto loro una email e gli avevano risposto una cosa simile. Comunque io mi sono sempre trovato bene e ho risparmiato molto tempo nella ricerca del prezzo grazie al loro sito, quindi ve lo consiglio vivamente.

  35. Vendere a privati consumatori è una scelta. Fiscalmente l’e-commerce ha tutto un suo studio. L’importante è far sapere ai signori che ci hanno mandato dogane e finanza a distanza di 6 mesi che è stato trovato tutto regolare. Ad oggi ci sentiamo di emettere questo comunicato in quanto siamo il secondo sito più forte d’Italia dopo Gommadiretto; naturalmente come sito Italiano a livello di vendite siamo i primi. E’ solo questione di tempo, prendere la leadership, poiché la convenienza c’è ed è importante. Dopo anni di difficoltà sulla nostra pelle per cambiare le gomme, ad oggi finalmente ci sentiamo di dare l’opportunità a chi può spendere poco di riuscire ad arrivare a fine mese. Premesso che fino a 6 anni prima della Euroimport eravamo noi i primi ad avere difficoltà economiche per il cambio delle gomme.

  36. Grazie Claudia Roggia per la risposta. In effetti però il gommista mi ha chiesto la fattura per verificare che avessi pagato il PFU, cosa che fortunatamente avevo avendo acquistato da un sito che me l’ha fatta, altrimenti voleva che lo pagassi a lui. Senza fattura come faccio a dimostrare che ho pagato il PFU? La fattura come privato me la fate?

  37. Ragazzi assolutamente comprate solo da siti che vi fanno la fattura perché se le cose vanno male poi non ne uscite più. Lo dice anche la rivista Al Volante su un loro articolo FATEVI SEMPRE RILASCIARE UNA FATTURA. In caso di pneumatici non conformi all’ordine (per misure, modello o difetti visibili) bisogna presentare un reclamo. Alcuni siti prevedono una procedura via e-mail. Lo stesso può essere usato anche per far valere il diritto alla garanzia, che dura due anni dall’acquisto: è importante controllare prima dell’ordine che il sito rilasci la fattura (http://www.alvolante.it/da_sapere/il_risparmio_portata_click). Evitate come la peste i siti che non ve la fanno e richiedetela SEMPRE.

  38. C’è sempre da scoprire qualcosa. Vediamo un po… C’è un sito che vende pneumatici; dal suo sito si evince che funge da intermediario, non ha magazzino; le gomme sono in altro stato UE. Ci dice che trattandosi di commercio elettronico indiretto le sue vendite sono assimilabili alle vendite per corrispondenza e quindi non vige l’obbligo di emissione di alcun documento fiscale. Poi notiamo che ha prezzi più bassi di altri siti assai noti. Il differenziale di prezzo pare come spalmato con una differenziale percentuale abbastanza uniforme da una prima visione. Qui siamo in presenza di maghi del commercio: riescono a vendere a prezzi più bassi, merce di cui non hanno disponibilità fisica in magazzino, rispetto a commercianti europei leader che generano volumi di vendita notevoli. Evidentemente per avere prezzi più bassi su cui spuntare anche la loro provvigione devono avversi di qualcuno MOSTRUOSAMENTE COMPETITIVO. Ahahahahaha!!!!!!!

  39. Beh effettivamente sul web ormai si trova di tutto ma, lo scorso anno ho provato a fare l’affare comprando dei pneumatici cinesi e mi sono trovato malissimo, in pratica sul bagnato era come pattinare sul ghiaccio . Due mesi fa, avevo quasi paura a farlo, alla fine mi sono convinto e ho acquistato su un sito di gomme usate e mi sono trovato benissimo anche perchè, le recensioni che avevano rilasciato altri clienti, quasi tutte superlative per i prodotti venduti attraverso questo sito che si chiama http://www.pneumaticiusati.it mi hanno messo tranquillità. Bene ho comprato delle Michelin 225/45/17 che nuove mi sarebbero costate tipo 150/160 euro cadauno e ho speso per un treno completo 240 euro e devo dire che la qualità dei prodotti ricevuti, era superiore a quella descritta nella scheda del prodotto.

  40. Noi ci appoggiamo al consorzio Argo, spieghi al suo gommista che i ritiri sono gratuiti da Argo, da Ecopneus, da Ecotyre e da tutti gli altri consorzi. Se il suo gommista vive nella preistoria e le racconta che lui lo smaltimento lo paga le possibilità sono 2: o vuole lucrare, oppure neanche sa come funzione il nuovo sistema. Lo inviti a iscriversi anche a uno solo dei consorzi e gli farà un favore perché avrà il ritiro gratuito di tutto il pfu che vuole. Noti bene che per la regolarità delle operazioni le gomme che arrivano da Internet, nella fattispecie i montaggi, vanno dichiarati perché altrimenti nascono delle incongruenze tra il numero di pneumatici acquistati da lui e il numero di pneumatici che invece si ritrova. A tale scopo nasce il sistema di controllo Sistri. Caro Luigi per stare sul mercato oggi, bisogna essere molto informati, studiare e avvalersi di professionisti validi.

  41. Salve sono nuovo del forum. Ho sempre acquistato pneumatici su internet con soddisfazione sia per i tempi di consegna che per la qualità dei prodotti tranne l’ultimo treno acquistato da eurimport. A dicembre 2014 mi hanno consegnato gomme con dot 3413
    Volevo aggiungere che i responsabili di eurimport censurano i feedback negativi non pubblicandoli. Parlo per esperienza personale avendo inviato un feedback negativo per il motivo scritto sopra. Se alcuni gommisti vivono al tempo della prepreistoria eurimport si trova a suo agio nell’Inquisizione.

  42. Salve Gianfranco,
    è ora di smitizzare la questione del dot che ora è diventata una moda. Il dot serve alle case produttrici ed è uno standard americano per localizzare lotti difettosi. In Europa nessuna normativa parla di dot. Le case costruttrici utilizzano sostanze chimiche per garantire la durata degli pneumatici nel tempo, e il tutto è spiegato anche sul nostro sito http://www.euroimportpneumatici.com/faq.html#14 . Le gomme che ha ricevuto sono nuovissime ed è chiaro che le censuriamo la recensione perché come si può vedere in giro per il web tutti i nostri colleghi venditori online e offline soffrono questa situazione del dot da parte degli acquirenti per una diffusa e incoscente informazione. Oltretutto i feedback è possibile lasciarli ovunque come ha fatto lei. Il più è seguire il cliente nelle situazioni veramente critiche, gomme ovalizzate, gomme che hanno difetti alle tele ecc…. Deve capire Gianfranco e vale per tutti i venditori e tutti gli acquirenti la regola che il dot è solo una fissazione. Quando mette le gomme in strada si comportano alla stessa maniera. E’ ovvio che se una gomma è stata ferma 10 anni è da buttare. Alle volte abbiamo la sensazione che qualche acquirente monti le gomme ed abbia effettuato un pit stop di formula 1. Ci chiamano e ci dicono queste gomme hanno problemi ecc… La solita risposta è fare 200-300 km in modo che si adattino alla vettura e il 99,99% delle volte è la soluzione giusta. Sa perché? Perché solitamente oltre che i fattori meccanici, il primo strato chimico va via e si comincia a lavorare sull’effettiva mescola del pneumatico. Ora è palese censurare un feed per il dot oltretutto come il suo. Noi siamo qui a lavorare come vede. Pensa che se avesse acquistato da altri la cosa sarebbe cambiata? Si guardi un po’ in giro per il web per la questione dot. Poi se vuole è libero di fare la lotta contro i mulini a vento con le case produttrici, le quali immettono sul mercato gli pneumatici con dot + recente a seconda della richiesta delle misure. La regola è semplice. E’ + facile trovare gomme recenti per una Fiat punto che per un Ferrari 458 perché c’è maggiore richiesta di mercato. Come vede noi ci siamo. Mi raccomando si informi bene per il dot, uscendo dalle credenze popolari. Saluti

  43. Io ho la partita iva ed ho chiesto la fattura a euroimport ma NON LA FANNO, dicono che vendono solo a privati… Ma che cavolata è? Io non sono ne un gommista ma un libero professionista, perchè non devo scaricare l’iva per la mia auto?!?
    ho letto nelle loro condizioni di acquisto, ma sono molto fumosi! non spiegano nulla e io penso che siano quelli che aiutano le aziende oneste italiane a fallire. ovviamente ci sono tanti altri siti ed ho comprato da un sito italiano che mi ha fatto la fattura regolare con tutti i dettagli, anche la tassa per buttare le gomme che Euroimport dice essere inclusa ma non se ne da visibilità nel sito, leggendo qua e la si vede chiaramente che metterlo incluso non è regolare, e me lo conferma anche il gommista che al montaggio mi ha chiesto di mostrargli la fattura dove c’è scritto che l’ho pagato altrimenti lo doveva addebitare lui. La signora Claudia Roggia dice che per il commercio on-line ci sono regole diverse.. BALLE! le tasse si pagano in egual modo. Diffidate di chi ha prezzi TROPPO BASSI, i prodotti sono uguali sicuramente.. ma di certo non sono regolari sotto altri aspetti, in Italia esiste ancora l’incauto acquisto.

  44. Per quello che riguarda il dot può avere ragione per pneumatici estivi, no di certo per quelle invernali. Dico ciò per esperienza personale visto che per corro molti chilometri su strade innevate in inverno P.s Le gomme erano di una misura molto commerciale

  45. Acciderbolina. Ogni giorno nasce qualcuno con prezzi sbalorditivi.
    Certo che quelli che vendono milioni di pneumatici a prezzi più cari sono proprio dei pirla che non sanno comprare

  46. Venditore deludente sconsigliato .: ho acquistato 4 gomme pagando con pay pal le ho portate dal mio gommista che le ha montate ma nel momento di equilibrarle si notava che erano completamente ovalizzate e mi fu consigliato di non montarle perche su un auto sarebbero state pericolose, gomme 235/45/17, rimontavo le vecchie gomme spendendo 50euro . contattavo cosi il numero verde di John Pitstop e mi veniva prima detto che se non erano state usate mi sarebbero state rimborsate , poi dopo mie insistenze mi dicevano che sarebbe passato il loro corriere , poi che dovevano contattare il fornitore , secondo me tutte dilazioni per non rimborsare il prodotto difettato a piu di un mese dall sollecito rimborso non ho avuto nessuna chiamata dall venditore e ho buttato il costo delle gomme + 50 euro per il gommista, valutate voi la serieta del venditore John Pitstop

  47. Ho acquistato sul sito gomma leader i nuovi pneumatici crossclimate della Michelin, rispetto al concessionario di Taranto ho risparmiato 140 euro. Le gomme sono state messe in commercio a maggio, pertanto piu’ nuove di così. In 8 giorni sono arrivate puntualmente dalla Germania. Con la fattura. Non poteva essere diversamente !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  48. Ho seguito il consiglio di LucaGO sono andato a vedere http://www.lasupergomma.com i prezzi mi sono piaciuti sono un po sotto alla maggior parte dei concorrenti. Li ho chiamati e sono molto disponibili. ho alla fine deciso di comprare ed il servizio è stato veloce e le gomme avevano un dott recentissimo. Veramente consigliato.

  49. Le gomme vendute da grossi siti internet sono le stesse che si trovano dai gommisti, spesso sono anche piú nuove, dato che questi grossisti hanno molto piú smercio di un gommista tradizionale. Non é vero che sono gomme di seconda scelta. Molti gommisti si sono svegliati, e adesso collaborano con questi siti, tu ti fai spedire le gomme da loro e loro le montano. Capisco che a molti questo puó dar fastidio, ma é come quando l’ automobile si impose e i maniscalchi sparirono. Non parlo a sproposito dato che ho lavorato in officine e magazzini ricambi per 20 anni. La colpa é anche di alcuni gommisti che, come molti meccanici, han tirato delle sole colossali per anni. Cari gommisti tradizionali, dovrete rinunciare a vendere le gomme e diventare solo montatori, a meno che troviate la vecchia che non ha internet o il gonzo che crede che le gomme di gommadiretto sono scarse. L’ unica cosa é che bisogna essere un po’ accorti perché leggere le misure non é da tutti.

  50. Con l’approssimarsi dell’inverno mi sono deciso ad acquistare le mie “prime” gomme invernali. Guido da 20 anni ma fino ad ora non ho mai avuto bisogno di utilizzarle (per diversi fattori che non sto qui a spiegare). Mi bastava avere a bordo le catene antineve.
    Cambiando lavoro e località la necessità mi ha portato a fare questo acquisto. In effetti ERO d’accordo con coloro che pensavano che un GOMMISTA ONESTO e DI FIDUCIA è sempre bene averlo come fornitore PER QUALSIASI EVENIENZA.
    Ma facendomi un giro da TUTTI i gommisti della mia zona e province limitrofe (incluso quello di fiducia) l’esperienza è stata DELUDENTE.
    ARROGANZA, SCARSA professionalità nell’ASCOLTARE il cliente e NEL CONSIGLIARLO, poca CHIAREZZA nel PREZZO FINALE, molta RILUTTANZA a dare informazioni su prodotti e su caratteristiche. Ogni gommista aveva la sua bella marca da affibbiarti (SOPRATTUTTO quella non ufficiale), e parlava male delle marche concorrenti. Sembra di stare al mercatino di quartiere della frutta e verdura (a proposito delle “tanto amate bottegucce” da scegliere rispetto ai supermercati).
    Solo su INTERNET sono riuscito a farmi un’idea su cosa comperare veramente in base alle mie esigenze e su come scegliere, senza sentirmi dire “Dotto’ ma qualsiasi cosa comprate è sempre lo stesso, qua co sto internetto siete diventati tutti esperti di gomme” .
    L’unico rischio che si corre è che quando si va a farsi montare le gomme non acquistate da un gommista questo possa INVOLONTARIAMENTE? danneggiarle o montarle in modo sbagliato (cosa capitata ad un collega) per poi dire: “Queste gomme non sono buone”.
    Mah…..

  51. Salve,è il mio primo acquisto da euroimportpneumatici e scrivo la mia personale opinione relativa a questo negozio sperando che possa essere utile ad altri utenti, ho ordinato 4 invernali spendendo meno rispetto a quanto richiesto dal mio gommista, (25% in meno) per le medesime gomme, le stesse mi sono state consegnate in pochi giorni nella misura e del tipo da me ordinati,non ho avuto nessun tipo di problema e pertanto ritengo questo negozio on line serio, un plauso da parte mia anche al corriere BRT che è venuto a casa mia per la consegna due volte in quanto la prima ero assente, in futuro sicuramente visiterò ancora questo negozio on line,un cordiale saluto a tutti.

  52. Buonasera, io sono un patito degli acquisti in line , ho comprato su gommadiretto ma in realtà mi sono arrivati pneumatici datati di 3 anni e il mio gommista mi ha preso in giro un bel po’ … In realtà non sono stati nemmeno troppo buoni , ma quello forse dipende anche dalla marca … Ora compro sul mastro.it e li è più facile perché puoi chiamare direttamente il gommista che scegli tu , ti da lui la garanzia e paghi a lui … Insomma credo o almeno per me è tutta un altra storia !!! Io ve lo consiglio

  53. In data 09.10.2015 ho fatto l’ordine su http://www.euroimportpneumatici.com per 4 gomme Uniroyal MS + 77 invernali 215/55 R17. Le gomme hanno DOT 2414, cioè giugno 2014. Come è possibile, con un giro di vendite come il vostro, rifilarmi gomme che hanno un anno e quattro mesi di vita? Capirei 4/8 mesi, ma quasi un anno e mezzo NO!! Dopo aver segnalato il mio disappunto, mi rispondono: “la normativa europea le definisce come nuove di fabbrica fino a 3 anni dalla data della loro produzione, e fino a 5 anni come nuovi”. COMPLIMENTI !

  54. Buonasera a tutti del forum, girovagando sul web mi sono accorto di questo forum dedicato alla vendita online di pneumatici. Beh io sono il titolare del sito http://www.lasupergomma.com e leggendo mi viene da sorridere quando i gommisti storici vorrebbero penalizzare i siti e-commerce di pneumatici riferendo che essi danno sole fregature ecc mah considerate che sono titolare di più officine è solo da 1 anno ho deciso di vendere on-line, e vi posso dire che appunto i gommisti storici hanno sempre da ridire su chi si immette nel mercato dopo di lui. Il discorso è che hanno dato fregature una vita a tutti ricavando persino 200€ puliti a pneumatico, e su questo posso dire solo meno male che esiste il web almeno una persona si rende conto di che sole danno questi, raccontando ai loro clienti che solo loro hanno la prima scelta perché acquistano dalle case produttrici ecc, poi li vedi tutti con i casoni e macchinoni.
    Per quanto riguarda invece i miei colleghi online fatele le fatturine e non raccontate ai vs clienti che vendete solo a privati perché voglio ricordarvi che appunto un privato comunque ha diritto alla ricevuta fiscale, quindi gente se non le fanno un motivo c’è…..
    Vi aspetto sul mio sito buona serata.

  55. No all’acquisto nel web almeno per abc gomme. Compilazione ordine ingannevole parti da 45 euro per un 255/55/16 starfire e magicamente arrivi a 50
    certo in 24 ore hai le gomme ,ma se qualcosa non va. ad esempio ordino e pago starfire 205/55/16 wh200 rinforzate, mi arrivano starfire 205/55/16 w200 non rinforzate.
    L’assistenza nicchia, si attivano risponditori no reply alle mail che invi non risponde nessuno, come per molti l’importante è vendere e poi chi se ne frega…

  56. Sono un gommista carissimi signori che acquistate pneumatici su internet: avete mai pensato che i soldi spesi sul territorio creano ricchezza invece di mandarli ai siti di Paesi esteri?

  57. Ho fatto il mio primo acquisto di pneumatici online, dopo aver fatto fare un paio di preventivi da gommisti tradizionali. Ho chiesto anche a questi se sarebbero stati disponibili a montarmi delle gomme ordinate su internet, ma tutti si sono dimostrati infastiditi dalla richiesta e posso capirlo dato il mancato guadagno dal ricarico della vendita del pneumatico. Per evitare problemi mi affido allora un “centro partner” indicato nel sito e-commerce scelto, sicuro del fatto che questo non mi avrebbe fatto problemi. Appena sono arrivato ha cominciato a denigrare le gomme che ho comprato su internet, e dopo avermele montate di malavoglia mi ha detto che due erano ovalizzate, della serie “così impari la prossima volta”. Ma ormai erano montate e non potevo farci nulla. Mi ha trattato a pesci in faccia anche dopo aver pagato, e chicca delle chicca mi ha anche detto che LE GOMME VECCHIE DOVEVO SMALTIRMELE DA SOLO! Questo signore non sa che è OBBLIGATO a smaltire in quanto produttore del rifiuto (è lui che fisicamente smonta la ruota). Il mio dovere l’ho assolto pagando l’ecotassa PFU all’atto dell’acquisto.

  58. Salve sono un gommista e leggendo alcuni dei vostri commenti mi ha ispirato a scrivere.
    Sempre più persone acquistano pneumatici su internet è vero perchè il risparmio a volte è notevole, io mi sento onesto e spesso parlando con il cliente indeciso “lo convinco” a comperare da me anche se spende qualche € in più. Detto questo volevo solo fare alcune precisazioni:
    1 – a chi dice che i gommisti acquistando on-line fanno nero, se pago con carta di credito già sono tracciato e prima o poi arriva la finanza a fare controlli e se non sei CONGRUO E COERENTE ti fanno nero
    2 – alla signora di Euroimport volevo ricordarle che il pfu si paga al momento dell’acquisto con regolare fattura emessa, noi Gommisti abbiamo registri di carico e scarico x i nostri pneumatici quelli che provengono da altri canali devono essere giustificati, quindi sarebbe opportuno emettere almeno un documento che attesta l’avvenuto pagamento dello stesso altrimenti va riscossa la tassa.
    3- a chi dice che siamo LADRI. avete mai provato a fare gli Imprenditori in questo paese?? certo non tutti ma alcuni si..allora vi spiego 2 cose
    a: su una gomme + o- si ricarica dal 10 al 30% quindi esempio un pneumatico che mi costa 100 € max ricarico € 15.00 + devo mettere il lavoro che va a discrezione del gommista io faccio 10€ a pneumatico, siamo a 25.00 € x 4 fa 100.00€
    da qui devo togliere: IVA – TASSE – UTENZE- MATERIALI DI CONSUMO – AFFITTO/MUTUO – ATTREZZATURA.OPERAI a questo punto devo tirar fuori lo stipendio che più o meno si aggira su un 20% quindi 20/25€ voi lavorereste x 20€ a macchina? c’è anche una gran responsabilità dietro
    b:NOI siamo qui tutto il giorno acquistiamo gomme prima facciamo da banca spesso alla richiesta di preventivi già alcuni arrivano con i foglietti in mano e ti chiedono 20 marche diverse. non possiamo regalare a tutti il nostro tempo e la nostra professionalità. io studio e mi aggiorno, lo sapete quanto costa un corso?? ve lo dico io sono un RESPONSABILE TECNICO DI OFFICINA il costo si aggira intorno ai 3800€ per MECCATRONICO E GOMMISTA,CARROZZIERE, in internet nessuno fa corsi o vi da assistenza.il corso per i nuovi sistemi TPMS costa 250 € il Tester costa molto,computer x AUTODIAGNOSI quasi obbligatorio sapete quanto costa??
    un’azienda come la mia spende circa 130/160€ al giorno per sopravvivere
    VOI A QUANTO RITENETE GIUSTO LAVORARE?? E A CHE PREZZO?
    detto questo sono partner di montaggio per molti siti, il lavoro lo ho sempre + o – e con i vari canali si incrementa, ma un consiglio ve lo lascio GRATUITO. attenzione a ciò che comprate e dove soprattutto, alcuni siti sono indagati x frode fiscale e voi potreste avere problemi perchè in ITALIA come scriveva qualcuno esiste il REATO DI INCAUTO ACQUISTO
    c : IL DOT non è la data di fabbricazione ma una sigla per gli USA (department of trasportation) da noi non è obbligatorio, leggevo che alcuni si son lamentati perchè sono arrivati pneumatici con data di un anno prima,test MICHELIN dimostrano che non esiste alcuna differenza, Bridgestone per i test sulle moto ha effettuato giri di pista con pneumatici “VECCHI DI 3 ANNI” senza trovare differenze.
    parlate con i vostri genitori fino a qualche anno fa le gomme i clienti le volevano stagionate, detto ciò un pneumatico a garanzia 2 anni anche se prodotto nel 2011 l’importante è avere scontrino o fattura fiscale
    Per gli automobilisti di Perugia che vogliono serietà e professionalità vi chiedo di venire in Officina, da me troverete la qualità al giusto PREZZO e la garanzia di un lavoro pulito
    NT GOMME strada dei Loggi 28 PONTE SAN GIOVANNI
    un saluto a tutti e buon acquisto!!!!!!!!!!! se il gommista è onesto vi darà un consiglio almeno io faccio cosi, dove non arrivo con il prezzo punto al max servizio

  59. Presto finirà anche il commercio web… nell’acquisto, tutti dovranno mettere il codice fiscale obbligatorio e a fine anno, a ognuno arriverà l’IVA da versare per acquisti fuori dall’italia…. il 22%. E poi, che tutti abbiamo pagato le tasse, vediamo quanto risparmiate per acquistare un pneumatico online…

  60. La storia degli usati di primarie marche migliori dei nuovi è una chiavica nel senso che non se ne sa la vita precedente per cui non si possono fare certe affermazioni. SiG. Domenico. Quasi tutti i siti esteri che oprano in Italia vendono con IVA compresa in quanto sono possessori di partita Iva italiana con annesso domicilio fiscale. Questo per i privati.

    • Con riguardo al trattamento I.V.A. si precisa che ai fini della determinazione del luogo di effettuazione della cessione è rilevante dove i beni si trovano all’atto della loro cessione cioè in Germania, Belgio, Olanda o altro paese UE (art. 7 del DPR n.633 del 1972). Viene a mancare il requisito della territorialità e la la loro cessione non è soggetta a I.V.A. in Italia. Essendo il Committente della prestazione di intermediazione soggetto passivo d’imposta nel territorio dello Stato Italiano la prestazione si considera ivi effettuata ancorché l’operazione cui l’intermediazione si riferisce sia effettuata in un altro Stato membro e quindi soggetta a I.V.A. al 22%.

      • Ho letto e riletto questo intervento, visto che mi sembri esperto mi spieghi meglio il meccanismo? Il linguaggio è contorto, sembra fatto apposta per essere interpretato a piacimento…

        Se ho ben capito:

        Le gomme si trovano in un altro paese (Belgio, Germania etc) e sono di proprietà del grossista.

        La società ovvero il sito ecommerce fa da intermediario, la cessione del bene avviene nel paese di cui sopra. Tale cessione non prevede il pagamento del vat / iva perchè…?
        Il grossista a chi vende, alla società di ecommerce senza vat tramite reverse charge o perchè secondo ART.
        7 BIS D.P.R. 633/72 un operazione del genere non è soggetta ad iva?
        La cessione è considerata all’utente finale? In quel caso si dovrebbe pagare il vat nel paese di origine (per esempio 19% in germania), come in qualsiasi acquisto a privati intra-cee.

        A questo punto la fattura rilasciata al cliente finale non è di vendita ma di intermediazione…e quindi non soggetta ad iva?

        Ma alla fine l’iva / vat chi la paga, visto è prevista per qualunque vendita a privati sull’intero territorio CEE?

        I casi sono due o qualcuno fa il furbo o la legge è applicata correttamente ma è un buco di legislazione.

  61. Io ho comprato gomme usate su internet da un sito che vende solo questo tipo di gomme e mi sono trovato che il battistrada promesso, ovvero 4 millimetri, era solo al centro del battistrada e ai lati invece erano praticamente finite, morale, comprate 4 uniroyal rainsport 225 45 17 pagate 200€ e buttate dopo appena 5 mesi. meglio 4 gomme nuove, magari economiche, ma nuove! Ora ho delle Evergreen comprate su Pneuszilla.com … vediamo come vanno!

  62. Non capisco perché si lamentano i gommisti, se prendono dai 40 ai 60 euro per cambiarti le gomme, e ci mettono esagerando 30 minuti, in un’ora guadagnano 80-120 euro senza spendere niente. Ma quanto vogliono guadagnare questi, 500 euro l’ora????

  63. Sono di Roma e su segnalazione di un’amico ho comprato le gomme su http://www.3tgomme.it/ le ho fatte arrivare presso un loro centro convenzionato con la possibilità di pagarle direttamente al montaggio, in questo modo le ho potute controllare prima, ho risparmiato e il gommista non ha fatto nessuna storia…anzi ci ha guadagnato anche la ricarica dell’aria condizionata!!

  64. Sono un rappresentante e compro di tutto su internet… Ho comprato pneumatici su gommadiretto ma il gommista mi ha fatto notare che la data era vecchia e quando ho contattato il call center mi hanno detto che me le rimandavano se io gli facevo avere quelle vecchie ma il corriere mi ha chiesto più di quanto costavano i pneumatici nuovi allora me le sono fatte mettere nuove dal gommista che le ha comprate lui direttamente da un sito internet ilmastro.it le ho pagate al gommista dopo che le ho viste e nn ho pagato prima on line , mi ha detto il gommista che la garanzia la da lui insomma a me sembra di aver fatto l affare …. Ho speso poco e non ho preso fregature !!! Da oggi compro le gomme solo lì , io ne consumo 12 al l’anno … Risparmiare non fa male ma devo guardare anche alla sicurezza e su questo sito posso chiamare il gommista che mi dà consigli, e pago solo alla fine a lavoro finito, insomma qui zero fregature !

  65. Io mi chiamo Mauro e sono un responsabile commerciale della rete Rigomma Italia e mi viene da sorridere quando leggo certi tipi di commenti denigratori nei confronti dei gommisti fisici. Premesso che il sito gommadiretto si è adeguato alla normativa fiscale italiana sulla importazione nonchè rilascia regolare fattura con pfu e iva ITaliana VERSATA e infatti i prezzi sono aumentati proprio per conseguenza di determinati imposizioni di legge, tuttavia ci sono altri 20 30 siti di ecommerce in italia che sono ABUSIVI che vendono pneumatici di importazione senza e dico SENZA VERSARE IVA E PFU che è obbligatorio per legge sicchè il cliente ignaro compra dei pneumatici che non sono regolari ! SIti come Pneumaticone Specialgomma Euroimportpneumatici i quali si spacciano per commercianti in realtà sono trader (agenzie ) che lavorano sul venduto dentro degli uffici di 3 metri x 2 che non hanno magazzini che non hanno merce disponibile che non vi offriranno mai e dico mai nessuna forma di garanzia sul prodotto acquistato da magazzini esteri merce che nemmeno loro sanno la loro reale provenienza ..Pensate che noi come gruppo che vantiamo una rete di oltre 25 punti vendita nel nord est e abbiamo regolari contratti con i produttori principali MICHELIN PIRELLI BRIDGESTONE con una scontistica superiore in tutto e per tutto a questi trader virtuali compriamo gli pneumatici ad un prezzo che loro invece riescono a vendere all ‘ultente finale ..Vi direte come è possibile ? semplicissimo SONO EVASORI FISCALI! quindi diffidate diffidate diffidate ..andate dal gommista una volta l’anno quei 100 euro in più li dovete spendere volentieri per avere la SICUREZZA in tutto e per tutto .RIcordate che nella maggioranza dei casi quando comprate su un sito on line con il mercato parallerlo predominante in italia fate solo lavorare multinazionali Tedesche Belghe e Polacche ! e poi ci lamentiamo della crisi si facciamo lavorare gli altri

    • Come scrivevo sopra:

      Se ho ben capito:

      Le gomme si trovano in un altro paese (Belgio, Germania etc) e sono di proprietà del grossista.

      La società ovvero il sito ecommerce fa da intermediario, la cessione del bene avviene nel paese di cui sopra. Tale cessione non prevede il pagamento del vat / iva perchè…?
      Il grossista a chi vende, alla società di ecommerce senza vat tramite reverse charge o perchè secondo ART.
      7 BIS D.P.R. 633/72 un operazione del genere non è soggetta ad iva?
      La cessione è considerata all’utente finale? In quel caso si dovrebbe pagare il vat nel paese di origine (per esempio 19% in germania), come in qualsiasi acquisto a privati intra-cee.

      A questo punto la fattura rilasciata al cliente finale non è di vendita ma di intermediazione…e quindi non soggetta ad iva?

      Ma alla fine l’iva / vat chi la paga, visto è prevista per qualunque vendita a privati sull’intero territorio CEE?

      I casi sono due o qualcuno fa il furbo o la legge è applicata correttamente ma è un buco di legislazione.

  66. Ciao, dopo svariati anni e dopo aver regalato svariati soldi ai gommisti ho cominciato negli ultimi 2 anni ad acquistare solo ed esclusivamente su internet, Ebay o Euroimport ed ho trovato sempre i pneumatici ottimi e con un risparmio notevole rispetto al gommista di fiducia!!! Tanti gommisti con la mentalità di Andrea si sono trovati a chiudere l’attività perchè nessuno si serviva più da loro per i prezzi esagerati che proponevano. Attualmente si trova qualche persona onesta che si accontenta anche di guadagnare le 50/60€ per il montaggio con equilibratura e convergenza sempre meglio di niente!!!!! Ho comprato di recente le Pirelli All Season anno di fabbrica 2016 risparmiando ben €180,00

  67. Ciao, sono di Trento e un giorno sono andato con un mio amico dal gommista che ci ha indicato mio fratello e per 4 Ankook Kinergy 205/55×16 91v gli ha chiesto 340.00 euro montate. Poi abbiamo guardato su Internet e su Gomma Diretto c’erano a 240,00 col montaggio dallo stesso gommista per 50.00 euro, così le ha ordinate su internet, risparmiando 50.00 euro. Quando sono arrivate, dopo 5-6 giorni siamo andati ancora insieme a montarle e ho visto il lavoro che ha fatto. Tre mesi dopo anche mio fratello doveva cambiare le sue gomme e lui mi ha chiesto se potevo andare io dal solito gommista a montarle che lui le aveva già ordinate in precedenza, non erano uguali a quelle del mio amico, ma sempre raggio 16. Io ci sono andato ed ho di nuovo assistito al lavoro che ha fatto, solo che al mio amico le aveva montate, gonfiate e bilanciate poi messe sulla macchina e ha pagato 50.00 euro. A quelle di mio fratello nel montarle gli ha cambiato le valvole e ha usato una crema perchè si assestassero meglio sul cerchio poi le ha gonfiate e sgonfiate e rigonfiate con delle bombole di gas azoto come per i rally e la F1, poi le ha bilanciate usando non pesi da applicare a martellate come al mio amico, ma con dei bei pesi lucidi e adesivi e con una speciale procedura che questi pesi non si vedevano nemmeno, perchè gli nascosti dietro le razze del cerchione, poi prima di montarle sulla macchina ha spazzolato i 4 mozzi e ha spruzzato un grasso speciale quindi ha controllato le pastiglie e mi ha detto che potevano durare ancora 8/10.000 km, quindi ha montato le ruote e dopo aver usato l’avvitatore a aria, ha di nuovo controllato tutti i bulloni con una chiave a cricchetto; tutte queste cose al mio amico non le aveva mica fatte! anzi so che dopo pochi giorni ha dovuto ritornare a rifare l’equilibratura che l’ha dovuta pagare 35,00 euro. Poi alla fine quando ho pagato quello che mi aveva detto mio fratello, mi ha pure regalato un deodorante. Facendo i conti il mio amico ha speso 290,00 + 35,00 Totale 325,00 euro, contro i 340,00 che avrebbe speso se le comprava da lui direttamente, senza contare quello che gli costerebbe se col tempo qualche gomma dovesse avere dei difetti. Quindi non so se valeva la pena per 15,00 euro non avere le valvole nuove, il gas azoto, i pesi adesivi e nascosti, il controllo dei bulloni con la chiave a cricchetto e un buon deodorante? sicuramente no! Quello che mi scoccia è che mio fratello maggiore ha sempre ragione lui.

  68. Lungo, ma consiglio di leggere… In data 20/05/16 h 3:42AM stavo provando ad effettuare un ordine sul sito euroimport di un treno di gomme del valore complessivo di 236,44€ con carta prepagata paypal. Dopo aver effettuato vari tentativi non andati a buon fine, a causa di problemi dei circuiti di pagamento, decido di attendere qualche ora per contattare l’azienda telefonicamente. L’operatore effettua altri tentativi (dopo più di un’ora al telefono, per cercare di concludere l’acquisto, ho addirittura acconsentito anche di dargli le credenziali della mia carta prepagata con la speranza che risolvesse la transazione) e finalmente all’ennesimo (h 15:45 PM) riesce ad inoltrare il pagamento, ma mi informa che c’era stata proprio in quel momento una variazione prezzo sul prodotto da me ordinato di circa 8 € in più (mah, strano..).
    Spiazzato un pò da questa notizia decido comunque di procedere all’acquisto riponendo fiducia nella trasparenza del servizio.
    Premettendo che era da diversi giorni prima che controllavo i prezzi e non erano mai variati, visto l’accaduto decido di controllare anche nei giorni successivi, ed il prezzo esposto sul sito, non è mai variato!
    Il giorno 30/05, visto che mi sono sentito raggirato, decido di inviare una mail spiegando l’accaduto, per chiedere il rimborso di tale differenza (8€) e mi viene risposto che essendo trascorsi 10gg non sarebbe stato possibile procedere a tale rimborso, aggiungendo inoltre che non ne avevo diritto in quanto ormai avevo autorizzato il pagamento!
    Letta tale mail decido di chiamare per risolvere la questione a voce vista l’inesaustiva risposta ricevuta, ma l’operatore conferma che da parte loro non c’è stata alcuna scorrettezza ed avevo pagato il giusto, nonchè si fa “scappare” che, se fossi riuscito a completare l’operazione da solo, in uno qualunque di questi giorni, avrei pagato il prezzo esposto e non quello proposto dal suo collega…SCANDALOSO!
    Al chè termino la chiamata dicendogli che avrebbero perso un cliente (in precedenza avevo già effettuato altri ordini e in futuro ne avrei fatti altri), non tanto per la cifra irrisoria, ma per la poca correttezza del servizio A ME riservato, e l’operatore, rappresentando in tali vesti l’azienda, in maniera sottile ma ovviamente non sgarbata, mi ha fatto capire che “poteva fregarli cazz..”
    Oltretutto, passati 10gg, le gomme erano ancora arrivate, e sempre nell’ultima telefonata mi è stato detto che probabilmente ne avrei dovuti aspettare altri 4/5! (quindi almeno 15gg invece di 5 come INDICATIVAMENTE salvo cazzi e mazzi.. scritto sul sito).
    In fine le gomme sono arrivate il giorno 07/06 (quindi DOPO 20 GIORNI DAL PAGAMENTO) e l’unica, e ribadisco l’unica, nota positiva è il DOT che è di soli 2 mesi prima.
    Io come ovvio non intenterò certo causa per questi famosi 8€ perchè ci rimetterei, ma immaginate SE, e sottolineo il “SE”, come nel mio caso, tutto ciò si ripetesse per altri “X” utenti, moltiplicando tale cifra per “X” ordini, quanto questa azienda metterebbe in tasca ogni giorno in questa maniera, A MIO MODESTO NONCHE’ OPINABILE avviso, ignobile.
    In conclusione..se intendete ordinare su questo sito beh..in bocca al lupo!

  69. moltissimi siti che vendono pneumatici sono esteri in molti casi Italiani con triangolazione con estero per cui la garanzia Italia non è valida ma vi dovete avvalere della garanzia del venditore ( il dot serve per questo motivo )
    ECCO COSA SCRIVE UN SITO DA VOI CITATO
    “Se il difetto di fabbrica viene constatato dopo il montaggio, il cliente deve informare per iscritto modulo di SUPPORTO, fax o lettera raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata alla ditta xxxxxxxxx, e fornire un attestato datato e firmato dal professionista del settore automobilistico che ha rilevato il difetto dello pneumatico.
    La ditta xxxxxxl provvederà allora a prelevare lo pneumatico ritenuto difettoso, inviandolo al costruttore per opportuna perizia. I termini di tempo per l’effettuazione della perizia sono, indicativamente, da 1 a 6 mesi
    Se il costruttore confermasse il difetto, lo pneumatico sarà rimborsato applicando, a seconda del caso, una percentuale di vetustà..
    per quando riguarda la differenza di prezzo un motivo c’è ed è quello che scrive questo sito
    (Con riguardo al trattamento I.V.A. si precisa che ai fini della determinazione del luogo di effettuazione della cessione è rilevante dove i beni si trovano all’atto della loro cessione cioè in Germania, Belgio, Olanda o altro paese UE (art. 7 del DPR n.633 del 1972). Viene a mancare il requisito della territorialità e la la loro cessione non è soggetta a I.V.A. in Italia. Essendo il Committente della prestazione di intermediazione soggetto passivo d’imposta nel territorio dello Stato Italiano la prestazione si considera ivi effettuata ancorché l’operazione cui l’intermediazione si riferisce sia effettuata in un altro Stato membro e quindi soggetta a I.V.A. al 22%.)
    per cui se avete trovato risparmio del 20 % eccone il motivo
    per cui chi dice che il gommista e disonesto prima di parlare si guardi allo specchio
    un altro motivo per cui troverete risparmio e la tassa smaltimento che in molti non versano o versano in minima parte. per cui in Italia circolano oltre 2.000.000 di pneumatici senza aver pagato ecotassa e quando vedete pneumatici lungo i fiumi indovinate chi li ha buttati , sicuramente non un gommista e qua una parentesi ( il gommista è quello specializzato che normalmente acquista da case madri in alternativa da grossisti autorizzati tutto percorso certificato altrimenti lo fanno chiudere e se non gli vengono ritirati i pneumatici fuori uso che ha gia pagato in origine la tassa di smaltimento è costretto a pagare nuovamente un smaltitore autorizzato . poi ci sono i montatori di gomme che in molti casi non sono nemmeno autorizzati a svolgere il lavoro e che le case madri non gli danno le gomme (acquistano dove capita dove il prezzo è più basso e non riescono a capire la differenza tra un pneumatico e un altro perché ignoranti del settore e si fanno pagare pochi euro per il montaggio tanto e tutto in nero ) perché non idonei per cui non possono registrarsi nei consorzi di ritiro pneumatici è che fine fanno pneumatici fuori uso ???
    il sito sponsorizzato da tgcom 24 nelle condizioni generali del contratto dice” §10 Libertà di scelta
    Sottostiamo alla legge tedesca. Non è consentito avvalersi della normativa sul commercio dell’Unione Europea (accordo contrattuale riguardante la vendita internazionale di articoli del 11.04.1980).”
    quando acquistate per cortesia leggete da chi state comprando e ricordatevi che in Italia su 25 euro di ricavo solo 7 rimangono a imprenditore ( fonte il sole 24 ore)

  70. Scusate, maa aanon è mai capitato a nessuno che le gomme ordinate fossero ovalizzate?
    In tal caso ok che si hanno 10 giorni di tempo per restituirle, ma non è che si puo’ correre con i soli cerchioni…….
    A me è capitato da un gommista, che me le ha cambiate al volo……..ok che l’amore è cieco….ma la sfiga ci vede bene…
    Ke fare?

  71. Ho acquistato più volte pneumatici su internet; a volte è andato tutto perfettamente, ma a volte è stata una esperienza molto negativa. Una società, peresempio ha accettato l’ordine e dava disponibili gli pneumatici; dopo un paio di settimane li ho contattati visto che non consegnavano e mi hanno risposto che non li avevano e non sapevano manco dove reperirli! Senza darmi una data mi hanno cancellato l’ordine e visto che si trattava di gomme invernali che dovevano essere utilizzate per andare in autostrada e montagna per le vacanze invernali vi lascio immaginare il disagio. Segnalo che pure il rimborso sulla carta di credito è stato lento. Un altro portale invece è stato pure peggio … Ha spedito 3 gomme con un DOT e la quarta con un DOT diverso; ho pubblicato delle recensioni che descrivevano l’accaduto e sono stato diffidato dal loro studio legale con addirittura l’insinuazione di aver posto in atto un azione di concorrenza sleale … Della serie; se vi va tutto bene avete fatto un affare. Se qualcosa va storto non pensiate che questi venditori rispondano del loro comportamento, rischiate addirittura di essere aggrediti legalmente se pubblicate una recensione negativa!

  72. Non comprate gomme da Abc gomme o Tyreon srl. È la stessa società, dopo 28 giorni le gomme non sono arrivate. Si sono perse, sostengono che essendo partite, per loro sono arrivate. Risponde in call center, sgarbati e ti chiudono la chiamta se osi lamentarti, funziona solo per ricevere ordini. Non parliamo della mail, risponde in automatico che esamineranno la tua richiesta. ho pagato e non ho le gomme.

  73. Ho acquistato i pneumatici presso ABC gomme.
    Purtroppo il servizio è stato pessimo. Vi racconto i fatti:
    appena fatto l’ordine mi sono accorto di aver sbagliato la misura. Non esistendo un numero da chiamare ho segnalato subito l’errore tramite un loro form fornendogli le misure esatte. Dopo due o tre giorni mi rispondono che l’ordine è ormai partito e non è possibile modificarlo.
    Chiedo a questo punto cosa bisogna fare per procedere alla sostituzione. Passano un paio di giorni e mi dicono di aspettare la consegna e poi di scrivere loro una raccomandata. La consegna viene effettuata 15 giorni dopo l’ordine (anche se sul sito viene indicato come tempi di consegna 5/6 giorni). A questo punto invio loro una raccomandata AR per procedere alla sostituzione.
    Mi rispondono che sono fuori tempo massimo perché la raccomandata doveva essere inviata entro 10 giorni dall’ordine. Sono stati veramente dei DISONESTI. Avrebbero dovuto dirmi di inviare subito la raccomandata, invece di aspettare la consegna della merce. Hanno invece voluto fare i FURBI. Non COMPRATE NULLA SUL SITO ABCGOMME

  74. Io ormai compro da anni solo online dai miei siti di fiducia.
    Se devo comprare un usato sicuro acquisto su https://www.gomme-usate.com, mentre se ho bisogno di gomme nuove vado su https//www.gommenuove.com. Dietro c’è una società seria e ogni volta che ho avuto qualche problema con il corriere me lo hanno sempre risolto con una semplice telefonata. Il servizio, secondo me è ottimo. Da provare sicuramente.

  75. Purtroppo siamo italiani e come tali non amiamo pagare le tasse e quando dobbiamo effettuare un acquisto di qualsiasi genere guardiamo il prezzo senza renderci conto dei costi aziendali del venditore che abbiamo di fronte. Nel settore pneumatici c’è stato un articolo su Quattroruote di settembre 2016 dove veniva dichiarato che 1/4 dei pneumatici commercializzati in Italia sono venduti a nero provocando una evasione fiscale di 92 milioni di euro. Questo al consumatore non interessa l’importante è risparmiare. In questo contesto il gommista onesto sta in grosse difficoltà economiche perché è costretto ad avere dei ricarichi molto bassi per la concorrenza sleale avuta da internet e da gommisti disonesti. Il calcolo è facile: se acquisto da una Michelin una gomma 1175/65r14 cross climate la pago:
    i.v.a inclusa 50,37
    ricarico 25% 12,59
    sm.&Rimont. 5,00
    equilibratura 5,00
    ecotassa 2,81
    valvola tbl 2,5
    ——-
    totale 78,27×4= 313,08
    assetto ruote 25,00
    ———–
    totale 338,08
    credo che guadagnare 125,37 su quattro pneumatici con i costi di un’azienda sia giusto ma purtroppo questo non è possibile in quanto acquistando su internet e montandole da un centro montaggi affiliato il costo scende a 260,00 eur. Da notare che questi ricarichi sono stabiliti dell”ufficio dell’entrate e che in caso di verifica stai a dimostrare che l’utile è stato solo di 47,29. Il grosso problema è che lo Stato non fa nulla per combattere gli evasori e nel caso fa un blitz scopre tutto ma non da la chiusura dell’attività inquisita e se la da il giorno dopo quello riapre con una nuova ragione sociale. Riflettete gente

  76. Un saluto a tutti, ho letto con molto interesse la conversazione e per tutti quelli abituati ad acquistare online vi segnalo il nuovo comparatore prezzi http://www.prezzogomme.it. È un utilissimo strumento per facilitare la ricerca di chi è già orientato all’acquisto online, ma che comunque non può sostituire in nessun modo le competenze e conoscenze di un capace gommista. Ci tengo a sottolineare che tutti gli e-commerce presenti sono fiscalmente in regola e pagano il contributo PFU.

  77. Io sono oramai quasi 2 anni che acquisto i miei pneumatici online! Ho acquistato sia su gommadiretto che su pneudirect e devo dire che quest’ultimo l’ho sempre preferito. Prima dell’acquisto se vuoi ti fanno una consulenza gratuita con preventivo per l’acquisto dei pneumatici. Spedizioni sempre in 24 ore gratis e pagamento alla consegna sempre gratis. Straconsigliato per chi volesse questo è il link http//www.pneudirect.it

  78. Ciao a tutti del caso qualcuno ha avuto esperienza con il sito PneumaticOne..??
    Mi sa dare qualche consiglio..?
    Grazie per la collaborazione sempre molto utile

  79. Primo ed ultimo acquisto su euroimport. È vero che ho acquistato pneumatici in offerta, però vedermeli consegnare con un dot addirittura di 19° settimana 2016 mi sembra esagerato. Più di un anno e mezzo. È vero ho risparmiato ma non sapevo che risparmiare significasse ciò altrimenti avrei preferito pagare il giusto per pneumatici più recenti. Chiesto informazioni prima dell’acquisto in merito al dot, non ne forniscono (logicamente), visto il risultato. Grazie. Non acquisterò più da questi signori. Sconsiglio. Spero non mi succeda nulla agli pneumatici altrimenti agirò di conseguenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *