Rimborso delle accise, i tassisti chiedono di essere trattati come gli autotrasportatori

“Ci auguriamo che il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Rocco Girlanda confermi l’impegno a estendere ai taxi il rimborso delle accise deciso per le imprese di autotrasporto”. Lo ha dichiarato il presidente di Confartigianato Taxi, Alessandro Nordio. “I tassisti italiani non accettano di essere considerati una categoria di serie B. La nostra situazione è analoga a quella degli imprenditori dell’autotrasporto. La riduzione del credito d’imposta sulle accise del carburante, prevista dalla legge di stabilità, rappresenta il colpo di grazia per il nostro settore che sta vivendo una profonda crisi, con la perdita dal 2008 a oggi del 40 per cento della redditività, aggravata da forme di concorrenza sleale di settori affini e dei vettori esteri”.  Continua a leggere

Ecotassa sui Tir, governo francese nel caos. Entra in vigore dal 2015? Forse no

Quando entrerà in vigore l’ecotassa sui Tir in Francia? È un mistero. Tra annunci e smentite, il governo transalpino non sembra avere le idee molto chiare. Nelle scorse settimane il premier Jean-Marc Ayrault aveva sospeso l’ecotassa dopo le dure proteste “berretti rossi” bretoni. Venerdì mattina, il ministro dell’Agricoltura, Stéphane Le Foll, ha annunciato che l’ecotassa non entrerà in vigore prima del 2015. Una certezza? Macché… Continua a leggere

Mezzi pubblici fermi il 16 dicembre, confermato lo sciopero nazionale di 4 ore

Bus, tram e metro fermi per quattro ore il 16 dicembre. I sindacati hanno infatti confermato lo sciopero nazionale di quattro ore nel trasporto pubblico. L’annuncio unitario è stato fatto da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Autoferrotranvieri e Faisa che hanno definito l’incontro sul settore che si è tenuto giovedì al Ministero del Lavoro “assolutamente inadeguato per lo sblocco della trattativa contrattuale”.  Continua a leggere

Maserati Ghibli, anche la sicurezza è al top: ottenute le 5 stelle EuroNcap

Un’auto così non può che avere cinque stelle. Quelle ottenute dalla Maserati Ghibli non testimoniano la bellezza della berlina sportiva, ma raccontano di una vettura che è al vertice anche per quanto riguarda la sicurezza. La Ghibli ha infatti ottenuto le 5 stelle EuroNcap con il punteggio di 86/100 oltre al Top Safety Pick rilasciato dall’istituto statunitense IIHS (Insurance Institute for Highway Safety), raggiunto con il massimo del punteggio ottenibile nelle singole aree di sicurezza analizzate. Continua a leggere

Auto silenziose, si tagliano i decibel. Ma elettriche e ibride dovranno farsi sentire

Le auto del futuro dovranno essere più silenziose. Ma non troppo. La commissione Ambiente del Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza (45 favorevoli, 11 contrari e 1 astenuto) un testo che prevede la riduzione, entro il 2025, del limite massimo di decibel dagli attuali 74 a 68, con alcune eccezioni previste per i veicoli più potenti. Con questo passaggio è stato dato il via libera a un accordo concluso con il Consiglio Ue. L’obiettivo è quello di ridurre il rumore causato dal traffico cittadino che, secondo una ricerca dell’Agenzia europea per l’ambiente, altera il funzionamento degli organi e contribuisce allo sviluppo di malattie cardiovascolari.  Continua a leggere

L’accordo che ha fatto revocare lo sciopero dei tir? Leggete qui cosa c’è scritto…

Cosa c’è scritto esattamente nel protocollo d’intesa che  le associazioni di rappresentanza dell’autotrasporto, il ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture Maurizio Lupi e il sottosegretario di Stato, Rocco Girlanda, hanno sottoscritto al termine dell’incontro avvenuto a Roma per valutare le risposte del Governo in merito alle problematiche evidenziate nelle rivendicazioni che hanno portato alla proclamazione di  fermo e che sembra ormai aver fatto rientrare lo sciopero nazionale di 5 giorni dei camion in programma dal 9 al 13 dicembre. E una domanda che molti autotrasportatori stanno rivolgendo alla redazione di Stradafacendo. Continua a leggere

Volete comprare la Ferrari di Del Piero? È in vendita sul web a 49.900 euro

Una Ferrari 550 Maranello nera, immatricolata a giugno del 1999 e con 65mila chilometri, in vendita a 49.900 euro. Un annuncio come tanti, pubblicato su autoscout24.it, è finito al centro dell’attenzione per un motivo: la Ferrari in questione è appartenuta ad Alessandro Del Piero, l’ex capitano della Juventus che ora gioca in Australia.  Continua a leggere

Autotrasporto pronto a cancellare lo sciopero, siglato l’accordo con il governo

“L’incontro con il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi e con il sottosegretario Rocco Girlanda è stato positivo e l’accordo raggiunto oggi con il governo rappresenta un valido motivo per spingere il modo dell’autotrasporto verso la revoca del fermo nazionale indetto per cinque giorni dal 9 al 13 dicembre”. Con queste parole Pasquale Russo, segretario generale di Fai Conftrasporto, ha commentato la sigla dell’accordo con il quale “il Governo non solo  ha cancellato il taglio del rimborso sulle accise sul gasolio (taglio previsto in un primo momento dal decreto di Stabilità e che avrebbe rappresentato un gravissimo problema per migliaia di imprese di autotrasporto già in serissime difficoltà) ma ha dato risposte concrete anche alle altre domande poste dalla categoria”. Continua a leggere

Cuffie e auricolari vietati in bici e in auto. Si rischia una multa di 160 euro

Dal 1993 in Italia non è consentito andare in bicicletta con cuffie o auricolari. Per chi viene pizzicato con gli auricolari la multa è di 160 euro. Il divieto non vale soltanto per i ciclisti, ma anche per automobilisti e camionisti naturalmente. Le cuffie sono equiparate al telefonino. Sono esentati dal divieto soltanto le Forze armate. Sono autorizzati invece i dispositivi vivavoce e l’auricolare, al singolare. Insomma, nessun problema se è solo un’orecchio impegnato ad ascoltare la musica. Il divieto naturalmente non vale per i pedoni.  Continua a leggere

Sciopero dei Tir per 5 giorni? La decisione fra poche ore, dopo l’incontro col ministro

Ancora poche ore e sapremo se dal 9 dicembre scatterà davvero, per cinque giorni consecutivi, lo sciopero nazionale dell’autotrasporto. A lasciare aperta una strada alla possibilità che la protesta (dalle conseguenze pesantissime per milioni di italiani) possa rientrare, sono le poche righe di un comunicato stampa diffuso dai rappresentanti di Anita e Unatras alla vigilia dell’incontro, previsto per giovedì 28 novembre, fra i rappresentati delle associazioni di categoria e il ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture, Maurizio Lupi. Continua a leggere