Troppi motorini e scooter truccati, multe da 410 euro e confisca del mezzo

La moda di truccare i motorini, di allargare i carburatori e potenziare le marmitte non è finita negli anni Ottanta. Se ne sono accorti a Bressanone e dintorni dove la polizia municipale ha deciso di intervenire su tutti quei superscooter in grado di sfrecciare a oltre cento allora nelle strade urbane. “Sono moltissimi i motorini truccati che circolano sul nostro territorio”, spiegano dalla polizia locale di Bressanone. “A un occhio poco esperto possono anche passare inosservati ma se si fa un po’ di attenzione si può constatare come i tubi di scarico montati su scooter e motorini cinquantini, spesso non siano gli originali”. 

Questo si evince dalla forma e dalla tipologia di marmitta che spesso compie una curva in prossimità del tubo di scarico che normalmente non ci dovrebbe essere sul silenziatore originale di serie. A tutto questo va poi sommato il rumore dello stesso che spesso risulta alterato e, se misurato con un fonometro, risulta fuori dai decibel previsti dalla casa madre che ha costruito il motorino. Grazie a un stretta collaborazione con una officina autorizzata, tutti i velocipedi sospetti saranno testati con un dinamometro che controllerà le velocità dei motorini e, se risulteranno superare i 45 chilometri orari, saranno pesantemente sanzionati. Multe che vanno da 410 euro in su, fino ad arrivare anche alla confisca del mezzo.

53 risposte a “Troppi motorini e scooter truccati, multe da 410 euro e confisca del mezzo

  1. Buonasera. Il problema non finirà mai e passeranno anni e ci ritroveremo a parlare dello stesso problema. Le persone da colpire in modo energico sono esclusivamente i genitori. Punto uno, dove trovano i sodi per elaborare un motorino, ragazzini di 14 anni ? Punto due, possibile che un padre non si accorga di un motorino truccato? Punto tre, perchè un genitore non confisca il motorino al figlio? Punto quattro, un motorino truccato ha bisogno di manutenzione straordinaria, chi paga tutto questo ? Ultimo e non meno importante, possibile che due genitori non abbiano il controllo di un, se
    pur indiavolato, ragazzino?
    Ho un vicino di casa, con un ragazzo di quasi 18 anni, dall’età di 14, girava in motorino, naturalmente truccato e il padre stesso provvedeva a finanziare l’insana idea del figlio, versando cifre vicine ai 600 euro. Dopo un grave incidente, il ragazzo claudicante per il resto della vita, chi deve ringraziare ? La sua stupidità o il padre idiota ? Lascio la risposta
    a voi. Cordialmente.

      • Bravo edo!! andiamo a lavorare ecco come facciamo. siamo solo ragazzini e non possiamo permetterci due scooter(uno per andare un pista), quindi quello che abbiamo lo elaboriamo in maniera assatanata e poi molti di noi non prenderanno mai il 125 e arrivare da 14 a 18 anni andando in giro a 45kmh ti rompi davvero tanto. pensate a guidare bene e a mettere le frecce voi automobilisti, gli assassini siete voi. mi avete portato via due grandi amici per il vostro ”telefonare alla guida”

    • Il problema é che questi figli di p… vogliono farci andare a 45knh?! Non credo proprio vado piú veloce con la bici!!!! Io una Volta Che ho preso il patentino posso fare quello Che voglio!!! I piliziotti é meglio Che se me stiano sulla loro poltrona o cercare I crimibali piuttosti Che rompere a noi che dobbiamo far colpo sulle f…

      • Esatto! Ci sono drogati, ladri ecc….molta gente peggio di noi che giriamo in scooter, vespa elaborata.
        La polizia che vada a vedere di quelli non di noi che anche i pomiziotti da giovani facevano questo anzi peggio!!

  2. Ma perché invece di star sempre qua a far una polizia di punizione e non prevenzione, non si aprono gli uffici del TUV come nel resto dell’Europa?? Così chi ha la passione per il tuning (quello vero, non per 4 alettoni di legno) può omologare e girare in tranquillità e sicurezza con il proprio veicolo??
    Io corro in auto da diversi anni…quando vado a gare fuori dall’Italia vedo tantissima gente che ha auto con preparazioni simili alla mia che vengono per strada con tutto omologato a libretto…mentre a me tocca pagare un bollo (550€ all’anno dal 2002) per un’auto che non circola in strada pubblica, non è assurda questa cosa??
    Invece di punire dei ragazzini di 14 anni che hanno una vera passione per qualcosa (perché se ci pensate bene, ora non hanno più passioni o hobbies a parte smartphone e calcio) non si cerca di aiutarli a crescere nella loro passione?? L’Italia sta diventando sempre più punitiva verso il proprio popolo, piuttosto di capirlo e dargli la possibilità di vivere bene.

  3. Buonasera. @ Forse. Correre in pista o girare con mezzi sottoposti a revisioni è una cosa, vedere sfrecciare motorini non collaudati e senza un minimo di sicurezza e senza dubbio tutta un altra cosa. Aprire al tuning è senza dubbio una bella cosa ma, visto come, regole e controlli funzionano nel nostro paese, sarei veramente preoccupato. Caro amico, devi sapere che in Italia, basta che paghi un responsabile delle revisioni e collaudi e il gioco è fatto, il mezzo passa la revisione anche senza freni e non sono io che lo dico, ci sono una montagna di denunce. In Germania o in Inghilterra è tutta un’altra storia, se viaggi con le gomme lisce, scatta automaticamente il sequestro del mezzo e questo è solo un piccolo esempio di come funzionino le cose. Aiutare i ragazzi a diventare tanti Valentino Rossi è una cosa molto dispendiosa e non è certo una possibilità per tutti. Viaggiare su una strada così detta provinciale a 70 km/h e vedersi superare da un piccolo scooter, per interderci un 50 cc. è senza dubbio una cosa pericolosa, mi immagino una frenata improvvisa e un ragazzo di 14 anni, inevitabilmente steso sull’asfalto. Non è certamente una cosa esilarante. Non ci deve essere tolleranza, sequestro del mezzo e visto la non maggiore età del conducente, denuncia penale ai genitori stessi. Solo in questo modo, salveremo le vite dei nostri ragazzi. Se questo non succederà, continueremo a vedere ragazzi sulla sedia a rotelle o peggio, li ricorderemo nel mese di novembre. Questa è la reale e cruda realtà. Cordialmente.

    • A volte i ragazzini di 14 anni sono molti più intelligenti ti persone adulte alla guida di mezzi molto potenti che non riescono neanche a guidare però a loro è concesso di guidare in liberta….

  4. Nella città in cui abito gli agenti della Polizia locale si limitano a dare multe per la sosta vietata e se ne infischiano di fermare moto e motorini che violano il C.d.S. In Italia non c’è proprio la mentalità che troviamo in altri Paesi molto più civili di noi dove basta sgarrare anche di poco per rimpiangere per molto l’errore fatto! Si stima che in Italia circolino 4 milioni di auto senza assicurazione… quante ne riescono a fermare di queste? Nell’Essex che è una Contea dell’Inghilterra orientale, vicino a Londra, è operante un sistema computerizzato di telecamere per strada e a bordo delle auto della Polizia Stradale che segnala immediatamente se la targa dell’auto o della moto filmata è in regola, non solo con l’assicurazione, ma anche se l’autista a cui è intestato il mezzo sia o meno in possesso di regolare patente di guida e se abbia pagato il bollo. Questo vuol dire veramente controllo delle strade. L’Italia dovrebbe imparare e molto da questi popoli avanti decenni da noi!

  5. Buongiorno, io penso che il vero problema sia la sicurezza, chiaramente il rumore é fastidioso ma dovrebbe passare in secondo piano!
    I cossiddetti cinquantini sono progettati in funzione delle prestazioni consentite dalla legge.
    Ad esempio freni, gomme e sospensioni sono tarati dai costruttori per velocità max 45km/h invece con delle discrete elaborazioni possono raggiungere tranquillamente i 100km/h andando a sovraccaricare, stressare e qundi surriscaldare tutte qulle parti meccaniche che sono fondamentali per la sicurezza. La soluzione si trova alla fonte, basterebbe bloccare le vendite dei materiali da elaborazione non omologati e supervisionare le officine moto e sanzionarle in caso di modifiche su moto e scooter. buona giornata a tutti

  6. Sono in pieno accordo con quello che scrive Marco. Solo una storia per far pensare. Oggi ho 40 anni. Quando ne avevo 15 (nel pieno degli anni 80, e nel pieno del boom delle “elaborazioni selvagge”, conoscevo un ragazzo a scuola con me che aveva la passione dell’elaborazione del suo Ciao. La faccio breve. Questo povero ragazzo non ha mai visto la maggiore età in quanto, correndo a oltre 100 km/h (secondo quanto rilevato dai vigili) in una strada con il limite peraltro a 50 km/h, il telaio del Ciao si è spezzato in due in corsa causa le modifiche strutturali apportate (e non supportate dal mezzo). I pompieri ci hanno messo oltre un’ora a recuperare quelle che rimaneva del povero ragazzo sparso per non so quante centinaia di metri… Un mezzo è progettato per andare ad una certa velocità, resistere a certe sollecitazioni. Il sistema frenante, il motore, le ruote, il telaio ecc. sono progettati (se pur con i doverosi margini di sicurezza) per certi parametri. Cambiare sostanzialmente le caratteristiche del mezzo significa, il più delle volte farlo uscire dall’ambito dei parametri di sicurezza per cui è stato progettato e testato. Chiudo facendo un altro piccolo esempio. Ma come mai vendono le gomme per auto di codice diverso (lettera delle velocità)? Se uso una Panda, e ci metto il motore di una Ferrari, magari riesco ad andare a 250 km/h, ma se mi devo fermare? Come funzionano i freni? Ma non c’è il rischio che la mia gomma si sfaldi (come è successo anche in F1)? Eseguire il tuning e le modiche sui mezzi può essere fatto (lo prevede la legge) ma da un meccanico che sa cosa deve fare, ed il mezzo dovrà poi essere collaudato da un ingegnere abilitato che certificherà la sicurezza con le nuove caratteristiche (e che risponderà di persona se dichiara il falso). Non è una questione di troppe regole, ma di mera coscienza ed intelligenza. Il problema, semmai, è che spesso le regole in questo paese vengono disattese, aggirate o meramente ignorate. Con cordialità.

  7. Egr. sig. Roberto, lei ha toccato il nervo scoperto: lei pensa che un ing. della ns. MCTC si assumerebbe una responsabilità del genere? (….senza considerare la voglia che questi signori hanno di lavorare…).
    È più conveniente pagare il TUV tedesco e poi reimportare il veicolo modificato; trattandosi di paese UE noi italiani siamo obbligati a immatricolarlo esattamente come scritto sul libretto originale tedesco: peccato che i soldi se li prende però la Merkel!
    Aggiungo anche che questa prassi toglie potenziale lavoro (di questi tempi…) che potrebbe essere affidato ad officine specializzate italiane riconosciute ed autorizzate ufficialmente dal Ministero dei Trasporti che si assumerebbero loro la responsabilità dei lavori svolti e dichiarati (in questo modo, forse, si potrebbe realizzare davvero) senza considerare la crescita dell’industria del tuning. Un lampeggio

  8. State tutti a dire è giusto e non è giusto modificare il motorino, ma non importa a nessuno anche ai carabinieri, poliziotti della vita di un 14enne a loro interessano solo i soldi. Stanno esagerando troppo con norme e ca*****ate varie se la situazione non cambia arriveremo ai tempi che per circolare a piedi bisogna avere la patente a posto.
    Assurdo!!!! non mi sono mai vergognato tanto del mio Paese. Un saluto a tutti.

  9. Il problema delle moto e auto “truccate” non è solo dei 14enni. Motorini, scooter, motociclette, chopper e auto sono truccate a manetta anche da babbioni di 60-70 anni e dai 25enni impasticcati (magari con il cagnolino nel box per il casco) AHAHAHAHAHAHAHAAHH
    Non capisco però come possa la polizia stradale far finta di non sentire visto che il rumore che fanno è assordante e ILLEGALE.
    Immaginate tutte le auto e le moto truccate. I babbioni che hanno 60-70 e gli impasticcati non dormirebbero tanto non dormono comunque. Ma credo che il resto della popolazione ne ridurrebbe il numero a mazzate.
    Ciao

  10. Salve, ho 17 anni e fin dall’eta di 12 anni ho lo scooter truccato… ne ho cambiati 3 e vi posso assicurare che non dipende dal fatto se lo scooter abbia 3 cv o ne riesca ad erogare oltre i 20 …importa solo se tu conducente del ciclomotore sei perfettamente consapevole che hai oltre 20 cv per le mani. e comunque qualsiasi preparazione dalla più stupida alla più potente e costosa anche 26 cv se vogliamo molte marche italiani producono anche ottimi impianti frenanti per le cilindrate maggiorate basta solo che ci sia una omologazione competente in Italia… E POI CI LAMENTIAMO DELLA CRISI!! ABBIAMO LE MIGLIORI MARCHE CHE POTREBBERO DAR UNA SVOLTA AL PAESE CON LE VENDITE! È UNA PASSIONE, PURTROPPO CHI NON HA MAI AVUTO IL 50 ELABORATO NoN SAPRA MAI COSA SI PROVA!! Lo Stato si dovrebbe preoccupare dei problemi grossi come stupratori, ladri, spacciatori, traffici illegali di armi e tantissimo altro!! Non dare fastidio a noi ragazzini che abbiamo pure bisogno di una passione da coltivare dai!! su! l’importante e saper ridimensionare il tutto.

  11. Salve a tutti… se posso dire la mia da meccanico che ben vengano queste elaborazioni…ma tutto nella norma. Qui nella provincia di Mantova ce ne son ben pochi….e si lavora poco anche per le targhe nuove e per le diverse patenti che un ragazzo di quell’eta deve fare. Costa troppo e ci sono troppe patenti da fare per usare un misero 50cc.saluti…

  12. Fosse per me i motorini li abolirei proprio perchè la maggior parte sono brutti esteticamente, tra un motorino ed una moto meglio una moto allora oltre al fatto che sono decisamente + belle almeno la moto è fatta per correre ed ha molta + tenuta di strada.
    Cosa molto fastidiosa è che quando guidi l’auto te li ritrovi dappertutto ti tagliano la strada in continuazione, molti se la prendono con i minorenni ma anche i maggiorenni ce li hanno truccati, ci sono molti maggiorenni che lo guidano malissimo, per non parlare che ci sono certi che lo guidano come se fosse un’auto cioè si mettono in mezzo alla corsia e non li puoi neanche sorpassare.
    C’è un’altra cosa da chiarire, modifica o non modifica…. il motorino è pericoloso sia a 10 allora che a 100 allora, è pericolosa una bicicletta a 20 allora se cadi per terra figurati con un motorino…poi io sono di Roma motorini che cadono per terra se ne vedono parecchi con conseguenze che i titolari dei mezzi devono farsi portare in ospedale per accertarsi che non abbiano nulla di rotto.
    A me fa ridere quella gente che dice che il motorino è comodo fai prima ad arrivare a lavoro, a parte che se vuoi arrivare prima parti magari 10 minuti prima da casa, e poi con il motorino si rischia… ragazzi puoi anche essere un fenomeno a guidarlo, ma se ti arriva addosso un imbranato che poi sia un camion un altro motorino o un auto, ti fai male parecchio.
    In realtà a 14 anni anch’io desideravo il motorino, mio padre non me lo comprò e fece bene, sapete ci sono stati alcuni miei conoscenti ed anche amici che sono morti con il motorino e moto, quindi tutt’ora che sono quasi trentenne ringrazio mio padre per non avermelo comprato.
    Anche l’auto è pericolosa ma certamente il motorino di più anzi molto di più.

    • Io oltre ad abolire sto commento inutile, eliminerei il più che usi, ma soprattutto il tuo cervello, che su una persona non serve a un c***o

  13. Le assicurazioni, le norme, i bolli e le patenti per motorino e auto sono la vergogna dell’Italia. Non é possibile che se un ragazzo ha la passione nel profondo dell’anima per le due ruote la burocrazia gliela stronca, con la scusa della sicurezza, della prevenzione, quando in realtà devono fare solo cassa, sulle spalle dei giovani che devono sborsare 900 euro di assicurazione per un semplice “cinquantino “per avere il nulla. E dove li prendiamo questi soldi se sempre per legge, ma anche per un fattore sociale, a 16 anni non si ha la possibilitá di lavorare e guadagnare… E così bisogna chiedere una mano ai genitori, i “maggiorenni” secondo la legge, causando litigi tra genitori e figli e soprattutto svilendo la dignità di un ragazzo. Ormai questo stato fatto di norme e di regole sta facendo il lavaggio di cervello a molti italiani, facendo credere in modo indiretto che le assicurazioni siano indispensabili per la sicurezza, e a chi dice che i genitori sono colpevoli perché spendono molti soldi per le elaborazioni rispondo che un genitore deve assecondare la libertà di scegliere dei figli e non spegnerli imponendo regole assurde. La colpa é di questo Stato che fa soldi con il pretesto della sicurezza. Ma la sicurezza non é un bene materiale, é un bene immateriale per cui é assurdo versare cifre che a volte superano il valore del mezzo. Tutto questo é un grande scandalo. A chi pensa che le regole servano per vivere civilmente dico che é assolutamente falso perché esse o sono una invenzione per trarre guadagno oppure sono volute da quella parte di italiani “perbenisti” che criticano solo quando sentono il rombo di un motorino e hanno paura che mettano in pericolo la vita degli altri. Va invece usato il buonsenso, in tutte le cose, che va oltre le regole, che nascono dalle debolezze e dalle paure delle persone. Una Paese civile non significa un Paese che impone fino a togliere il respiro e la parola limitazioni inutili e sanzioni punitive contro quelli che definiscono trasgressori, e che sono persone con una dignitá. Un Paese civile é dove si usa il buonsenso, la fratellanza e la solidarietà tra le persone, compreso chi sta sulla strada. L’esempio dell’Inghilterra ha un preciso motivo e io vedrei la loro risolutezza nelle sanzioni come un grave difetto. Non é un esempio di civiltá bensì é un Paese con politiche di stampo conservatore in particolare la contea dell’Essex ed é patria di prolifiche attività assicurative. Altro Paese due nel far rispettare le sanzioni, perfino applicandole a seconda del reddito é la Germania, altra nazione dalle politiche autoritarie, ma per fortuna che là ci sono anche le autostrade senza limiti di velocitá… Gli esempi di ragazzi che hanno fatto drammatici incidenti per l’alta velocitá o elaborazioni eccessive sono episodi tristi causati dal destino che si spera non avvengano più, usando il buonsenso, perché le regole che credono di poter evitare questi episodi sfortunati in realtá uccidono la persona più di quanto (non) avverrebbe senza. A proposito ricordo che le assicurazioni non sono mai state obbligatorie da sempre ma da alcuni decenni fa, ma pure se le spacciano per essenziali almeno potrei pagare una cifra onesta, 50 euro, ma non mille, che ve ne fate? Questo influisce tanto sulla crisi! Gli strozzi al motore sono un altro scandalo applicato ai veicoli recenti, io pago per avere un veicolo “castrato”, non é giusto. Ma io quando esco col mezzo posso farmi male come voglio senza dare conto a nessuno e ovviamente senza causare pericoli, mettendo in pratica l’esperienza, il buonsenso, non trattate i “minorenni” come se dovessero svolgere il ruolo di stupidi e incauti, perché essi non lo sono, e devono avere la facoltá decisionale. Quando penso al motorino penso alla mia prossima gita, e voglio farla senza pensieri,no alla burocrazia, essa non si guida. Ci sono molte forze di polizia che sono degne di onore, ma molte purtroppo che non hanno niente da fare se non fermare cinquantini guidati da giovani con delle speranze e delle passioni davanti. Io sinceramente se mi fermassero e mi volessero sanzionare quando sto andando per fatti miei, con una giornata trascorsa e il mio groppone di problemi di un giovane non so che follia farei. Addirittura qua si parla di polizia che controlla anche le parti meccaniche, cose da stronzi, che procurano solo odio verso le forze di polizia. Altrimenti se bisogna affrontare tutte queste cattiverie si opta per la bici che é libera ma che giá qualcuno sta pensando di metterci le manacce, burocratizzarla. E poi per i ciclisti non c’é nessun rispetto, molti automobilisti dicono che sono un pericolo pubblico, quando in realtá lo sono loro stessi che pensano che la strada é loro e investirebbero un ciclista per non averlo proprio calcolato sulla strada, e incolpandolo pure. Ma qua si aprirebbe un nuovo discorso. Viva la libertà e il buonsenso, tra le persone, e sulla strada. Viva il belpaese, quello della cultura, dei paesaggi e dei grandi marchi motoristici, non quello delle regole e delle norme!!!

  14. Signori miei, sono un adolescente di 16 anni e a riguardo dei motorini elaborati ci sono cascato anch’io. E’ una passione, è amore; si è vero ci sono i figli di papà che spendono migliaia di soldi ma io, come moltissimi altri, me li sudo, qualsiasi cosa devo fare al motorino devo mettermi a fare piccoli lavori oppure scalare soldi dal mio conto in banca non quello dei miei genitori; come voi spendete i vostri soldi in videogames, discoteche, mobili, ecc.. io li spendo in questo modo. Lo Stato potrebbe secondo me venire in contro al tuning sia per l’auto (dove i fan sono molto più agguerriti di noi e sono stati già stati realizzati anche servizi su Striscia la notizia per promuoverlo) che per gli scooter applicando una normativa che dice SE SI HA INTENZIONE DI ALTERARE LE PRESTAZIONI ORIGINALI DI UN CICLOMOTORE SI DEVE OBBLIGATORIAMENTE MODIFICARE IN MANIERA ADEGUATA ALLE PRESTAZIONI LA CICLISTICA, CON SOSPENSIONI E FORCELLE RINFORZATE E L’IMPIANTO FRENANTE, CON DISCHI MAGGIORATI E PASTIGLIE SINTETIZZATE AD ALTA PRESA; QUESTO AUMENTEREBBE LA SICUREZZA E LA STABILITA’ E IL CICLOMOTORE PER ESSERLO SEMPRE DOVRA’ ESSERE SOTTOPOSTO A CONTROLLI BIMESTRALI ALLA MOTORIZZAZIONE PER LA VERIFICA DI CIO’. Inoltre elaborare un motorino è una scelta che di solito viene ponderata al fatto di avere la coscienza più o meno di cosa si ha sotto il sedere: i più timidi si fermeranno a una semplice marmitta per la cilindrata originale per poi andare ai più coraggiosi. Un altro fatto che alimenta l’elaborazione è la mancanza di spazi appositi dove andare con il proprio mezzo e non creare problemi al traffico, non dico di costruire un mega circuito ma anche un rettilineo e tre curve vanno bene, giusto per dare ai tre quarti degli adolescenti maschi uno spazio dove trovarsi e condividere una passione come fanno gli skater ad esempio. Con questo chiudo ragazzi e riguarderei il fatto di non essere sempre noi i colpevoli di incidenti perchè io e molti altri miei compagni abbiamo constato che il problema non siamo noi, ma gli altri, quindi sicurezza anche da parte degli automobilisti.

  15. Ho 15 anni e ho il motorino truccato. Voi siete degli incompetenti, non sapete di cosa parlate. Avete mai pensato che con la bici superi gli 80kmh? E allora cosa venite a rompere a noi vecchi di m….? E poi avere un po’ di motore in piú non guasta: io per esempio ero in una rotonda, mi immetto, avevo la precedenza quando uno come voi si butta nella rotonda senza guardare. Mi stava per colpire, ma ho accellerato, rapidamente ho raggiunto i 40 all’ora e l’ho schivato. Magari senza modifiche il motorino si sarebbe accartocciato e io sarei morto o paralizzato. Se non sapete cosa dite, tacete

  16. Provate a Cercar di dormire ad Urbino loc. Piantata…. I motorini truccati sfrecciano fino alle 2-3 di notte, senza l’intervento di nessuno!
    Soprattutto d’estate, sono anni che non si dorme…

    • E ad Urbino ci sono i motorini, da me ci sono le Harley che fanno tremare la casa. E pensare che quando da piccolo prendevo le multe per marmitta rumorosa mi dicevano “quando diventerai grande capirai”. L’unico modo di fermarli è la doppietta, questo è quello che ho capito.

  17. Io ho un motorino modificato, e tutti quelli della mia compagnia anche….non capisco come mai i poliziotti debbano continuamente girare e rompere a noi. Non ha senso vietare i motorini elaborati se tanto quasi tutti non hanno il motorino originale, e così sempre sarà. Tra l altro non occorre fare tutte queste grandi modifiche e spendere le cifre che sono state dette sopra perché basta prendere un Phanthom o un Areox (di seconda mano anche)e semplicemente togliere i blocchi e possono arrivare anche fino a 85 km/h.
    La gente che non sa nemmeno come è fatto un motorino deve solo chiudere la bocca.

  18. È da prima degli anni ’80 che esiste la moda di modificare i 50cc e il mondo è andato avanti, gli incidenti capitano a tutti,s cooter truccato o meno, certo,a vere un telaio che non riesce a reggere la velocità che il mezzo puo raggiungere non aiuta. Dare dele passioni ai giovani che non siano cellulari o videogamenon sarebbe male, è soprattutto quella dei motori che nonostante sia pericolosa è anche una delle più divertenti. Io personalmente preferisco spendere i soldi in pezzi per i 50cc che spenderi in alcolici e sigarette come gli altri della mia età, l’importante è che cio che compri i compra sia il frutto del proprio sudore e non dei genitori,non per forza chi ha la passione per i motori deve essere un drogato, non fate di tutta l’erba un fascio perché conosco persone che hanno questa passione e non fanno uso di stupefacenti.Tuttavia,anch’io mi arrabbio se passa uno scooter elaborato mentre dormo. Ciao e grazie per aver letto il mio commento.

  19. 1)Non è vero che gli scooter sono progettati per i 45. Il motore, trasmissione, freni, assetto ecc…sono dimensionati per le prestazioni che lo scooter sviluppa SENZA BLOCCHI. I blocchi (variatore, marmitta, carburatore, centralina) sono montati a seconda delle limitazioni del paese in cui verranno venduti.

    2)Un qualunque scooter dall’eliminazione dei blocchi ne guadagna oltre che in prestazioni anche in termini di minor usura. Di fatto un scooter qualunque sbloccato arriva a 70/80 km/h.

    3)Esistono componenti OMOLOGATI e inseribili a libretto (come scarico e variatore) che incrementano la resa del motore. Inoltre bisogna considerare il costo. Nel mio caso cambiare la marmitta originale costava 180 euro, mentre un’espansione omologata 100. Tra l’altro la marmitta “elaborata” era meno rumorosa dell’originale…fate voi

    4)Dai commenti precedenti sembra che per fare andare un 50cc bisogna stravolgerlo, rendendolo una bara con le ruote. Niente di più falso. Lasciando tutto originale e cambiando solo marmitta e variatore (omologati), e ritarando la trasmissione, lo scooter è decisamente più reattivo e capace di raggiungere gli 80/90 km/h.

    Altra cosa; io ora ho 22 anni, ho la patente dell’auto (quindi idoneo alla guida di 125), e non posso permettermi un 125. Perchè non fanno una legge secondo la quale i 50cc devono essere depotenziati solo per la fascia di età 14-16? Il tutto avrebbe più senso. Sostanzialmente fare una cosa simile a quello che esiste già per neopatentati di auto o 125. Fin tanto che sei neopatentato hai la limitazione, dopodiché sei libero di togliere gli strozzi al mezzo.

  20. Dove bisogna rivolgersi? Vengono sotto la finestra a fare gare, abito in provincia di Padova e mi fanno impazzire e mi sto esaurendo, hanno marmitte modificate rumori infernale il Comune se ne infischia dove mi devo rivolgere grazie vorrei fare sequestrare e multare ai quegli schifosi maleducati?

  21. Un paese corrotto pieno di ladri, stupratori, spacciatori e il vostro unico interesse è quello di sequestrare i mezzi dei 14enni perché truccati??… un 14enne cosa dovrebbe fare tutto il giorno? Assumere stupefacenti, alcolici e fumare sigarette?… il cinquantino ignorantemente definito “truccato” ha mai ucciso qualcuno?, contrariamente da qualche assassino a piede libero…
    A me hanno insegnato sempre che se ho una passione devo alimentarla… Io avrei più paura se sotto casa mia ci fosse un malfattore che un ragazzo che ritorna a casa con il suo motorino

  22. Vorrei sapere se si può fare ricorso per una multa con ape 50 truccato hanno messo una multa di 6000 euro chiedo aiuto a chiunque mi puo aiutare

  23. Salve a tutti, sono un ragazzo di 14 anni che ha preso in questi ultimi mesi la patente e la moto (elaborata). Nell’articolo sopra i 50cc elaborati vengono descritti come se fossero delle moto da corsa, come già detto nei commenti precedenti per rendere dei 50cc più veloci basta solo togliere le strozzature. Solitamente quando un ragazzo incomincia a modificare la moto la maggior parte delle volte sa quello che sta facendo, e sa come guidarla di questi tempi tutte le moto anche quelle di cilindrata superiore hanno un impianto di scarico non omologato, quindi secondo quello che dite voi bisognerebbe multare tutte le moto che circolano su strada. Io capisco che ad alcune persone il rumore dia fastidio ma più delle volte le moto sono solo di passaggio e il rumore creato è solo per alcuni secondi. Le persone che dicono di abolire il tuning dovrebbero pensare se vale veramente la pena di togliere a un ragazzo una passione e un divertimento. Grazie per aver letto il commento.

  24. Ciao sono un ragazzo di 14 anni ho preso da due mesi la patente Io è dall’età di 10 che giro in moto truccate è una passione non ci potete togliere anche questo ho avuto minimoto pitbike e alla fine gli scooter Tutta la mia compania gli ha. Io poi direi gli scooter a 45 km in tangenziale se uno arriva troppo veloce da dietro e ti tampona perché andavi troppo piano rischi di morire invecie andando almeno sopra i 60 te la cavi. Noi siamo pazzi mica perfettini. Il tuning è tutto per noi ragazzi appassionati che poi di solito fermano i motorini e li sequestrano solo nelle città più grandi…

  25. Ciao, rispondo a un commento letto sopra, mi riferisco a quello che dice che i motorini sono progettati per andare a 45 km/h. Questa è una bufala, sappiate che i motori 50 sono venduti in tutto il mondo e di media la velocità viaggia dai 70 ai 90 km/h circa a seconda del modello. La storia dei 45 km/h è una regolamentazione esclusivamente italiana per cui ai motorini vengono messi i cosiddetti blocchi o piombature che dir si voglia. I 50 sono progettati per certe velocità e basterebbe semplicemente regolamentare in modio corretto il tuning e far rispettare le regole del codice stradale, questo vale anche per le auto. Se io in autostrada posso andare a 130 km/h perché posso comprare un’auto da 400 cv che arriva a 250 km/h? Con una macchina del genere sarei un potenziale pericolo anche io non solo il ragazzo di 14 anni in scooter!!!Come ha detto un altro lettore dipende da chi guida il veicolo e non dal veicolo, io ho 37 anni a 15 avevo un booster originale e andavo in giro a 60 km/h di massima perché mio padre era furiosamente contrario al tuning e sono comunque finito in ospedale due volte, la prima mi hanno tagliato la strada e sono finito sul cofano grazie a Dio illeso, la seconda un’auto sorpassandomi ha urtato la manopola del manubrio buttandomi in terra……rompendomi il polso e scappando….colpa mia e della mia velocità? Non credo……..in Italia come sempre è più facile mettere la toppa piuttosto che risolvere il problema in modo intelligente……questa è la mia modestissima opinione che non vuole andare contro quella di nessuno……penso solo che i motorini sono stati truccati da quando sono stati inventati e sempre sarà così indipendentemente da multe confische e sanzioni di qualsiasi tipo….ripeto, basta usare il cervello, motociclisti automobilisti e chi per strada li deve controllare….tutto qui,un cinquantino può fare anche 100 km/h ma in centro abitato vai a 50,se superi i 50 ti becchi la multa se rispetti i limiti e le regole elabora quanto ti pare. Io ho preso una multa perche andavo a 55 con limite 50,ora quel pezzo di strada, dopo aver pagato 181euro, lo faccio a 49 anche se la mia macchina arriva a 190, basta rispettare le regole!!!!!!!

  26. ciao a tutti,vorrei porvi un paio di domande senza che qualcuno mi carichi di insulti o risposte fatte solo per aggirare il problema.
    secondo voi perchè in paesi come la germania il tuning non è considerato reato? è una domanda semplice e la risposta è perchè la maggiorparte dei ragazzi che ha questa passione come ogni persona in questo mondo cel’ha un po’ di testa,la maggiorparte della gente pensa che un ragazzo di 14/15/16 anni non sappia delle conseguenze dei pericoli di queste elaborazioni ma alla gente alle persone non gliene frega niente ormai sono tutti con gli occhi sbarrati il tuning è un crimine è un reato ecc ecc.. tutte balle perchè un conto è uno scooter ma un assetto su un auto può nuocere a qualcuno? un kit di distanziali uccide le persone percaso?
    siamo sempre pronti a giudicare chi segue una passione e non fa male a nessuno, siamo sempre pronti a mettere i bastoni tra le ruote a chi vuole solo esprimersi o scatenare la propria fantasia sul proprio mezzo ma è arrivata l’ora di aprire gli occhi e non pensare più al tuning come un elemento negativo ma come una passione qualcosa che scatena la tua fantasia con modifiche estetiche o sul motore,vorrei solo far presente a tutti quelli che “sparlano” se si può dire dei ragazzi che non sanno cosa fanno.
    io ho 16 anni e secondo la vostra politica io non sarei manco ingrado di scrivere un commento del genere bhe sappiate che noi 14 15 16enni non siamo così stupidi come credete voi certo le elaborazioni sono un pericolo se non gestite nel modo giusto ma credetemi non siamo così cretici come ci credete

  27. Io sono un ragazzo di un paese nella provincia di Firenze.
    Nel nostro paese tutti i ragazzi possiedono uno scooter o moto che viene elaborata da il cambio della marmitta fino al cambio del motore e del telaio per adattarlo a motori do cilindrata 130 o superiore su uno scooter 50.
    Il nostro paese è tutto salita e discesa perciò avere un motorio con i fermi ci fa viaggiare a 20 km/h provocando traffico e rotture do scatole, perciò è normale che i ragazzi cambino qualcosa e lo stesso problema si ripeterà nei prossimi anni.
    Io ho uno scooter e mi ritrovo a fare ogni giorno la salita di casa mia che con i fermi non la sale e nemmeno senza quindi mi sono trovato obbligato a cambiare qualche pezzo dalla marmitta al variatore e carburatore e nonostante ciò la fa a 15 km/h.

  28. Come prima cosa i motorini 50 che voi dite che devono fare 45km/h hanno i blocchi, fermi e strozzature. Ed escono di fabbrica cosi, ma poi il negoziante li toglie per farli andare anche da originale a 80/85km/h, quindi anche se sono tutti originali e fanno 85km/ andatevela a prende con loro non con noi… E poi nei vostri tempi non facevate la stessa cosa? (e a questa domanda voglio una risposta). Quindi che dire, viva i scooter elaborati. Voi con le machine lasciate perdere il telefono e pensate a guidare.

  29. Ma ci pensate un attimo? …andare a 45 km/h…con quale scopo? Se è così allora, secondo me, non ha senso spendere soldi per il patentino e per lo scooter o moto. Che come minimo per provvedere a tutto ( patentino, scooter o moto, casco, assicurazione, omologazione se necessario (come ad esempio alla mia Vespa)…) si va a spendere sui €900 e (dipende da tante cose) forse pure di più. Che senso ha spendere tutti questi soldi per accontentarsi di 45 km/h ? Ma vai in bici a sto punto…no? Come hanno scritto tanti altri utenti ( e hanno ragione) , mi preoccuperei di più di quelle persone che utilizzano il cellulare mentre guidano. E la cosa che mi fa arrabbiare di più è che spesso ho visto vigili, carabinieri…che utilizzavano il cellulare alla guida, anche se erano fuori servizio. Io penso che dovrebbero essere proprio loro a dare il buon esempio ma invece accade l’ esatto contrario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *