Uggé: “L’autotrasporto? Copre
le inefficienze delle Ferrovie”

L’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, torna all’attacco per denunciare le eccessive risorse messe a disposizione dal governo per il mondo dell’autotrasporto, e il presidente nazionale di Fai Conftrasporto, associazione di categoria che raggruppa migliaia di imprese del settore, gli risponde. Invitando l’uomo chiamato a guidare le ferrovie dello Stato a guardare ai tanti disservizi che corrono su rotaia, ai tagli drastici che le Ferrovie hanno attuato nel trasporto merci via ferrovia (che dovrebbe rappresentare la grande alternativa ecologica al trasporto su gomma, consentendo di caricare interi rimorchi sui treni). Ma anche a riflettere su come i Tir debbano viaggiare a decine, centinaia di migliaia in Italia (affrontanto una concorrenza spietatissima) proprio per dover far fronte alle inefficienze delle Ferrovie dello Stato. Continua a leggere

Il parto del Piano della Logistica frutto di ben 52 incontri

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=37Cmt0F0ukc[/youtube]
Cinquantadue incontri con le associazioni di categoria e gli enti. Così il sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino ripercorre la cronistoria che ha portato al varo del Piano della logistica. Sono 47 le cose da fare per fare sì che la logistica, un argomento che oggi rappresenta un costo per l’Italia, per 40 miliardi di euro (secondo i dati di Bankitalia) possa diventare una risorsa. L’obiettivo del Piano è decennale con un’ipotesi di rientro per 4 miliardi di euro all’anno.

L’evasione corre sui Tir: su 239 imprese 80 sconosciute al fisco

Autotrasporto irregolare in un caso su tre. Così è intitolato un articolo pubblicato dal giornale economico Il Sole 24 Ore nel quale si afferma (proprio nell’attacco del pezzo…) che ” l’evasione fiscale corre sul tir”. Una conclusione tratta dopo aver analizzato i dati emersi al termine di un’operazione della  Guardia di Finanza, denominata Truck, che  ha permesso di scoprire come su 239 imprese di autotrasporto controllate, 80 fossero totalmente sconosciute al fisco. Continua a leggere

Viticoltori contro l’etilometro:
“Non misura correttamente l’alcol”

Da quando è entrato in vigore il nuovo Codice della strada pare che il consumo di alcolici abbia subito una netta contrazione. Lo sanno bene i ristoratori, i baristi, ma anche i produttori di vino. Così ora c’è chi cerca di correre ai ripari. La Fivi (Federazione italiana vignaioli indipendenti) con sede in provincia di Lucca, che ha “lo scopo di rappresentare e proteggere la figura del viticoltore rispetto alle istituzioni, promuovendo la qualità e autenticità dei vini italiani”, come si legge nel suo statuto, sostiene infatti che l’etilometro non sia attendibile per calcolare il tasso di alcol nel sangue. Continua a leggere

Autotrasporto, San Marino firma un accordo con l’Italia sulle norme Ue

È stato siglato tra il segretario di Stato all’Industria della Repubblica di San Marino, Marco Arzilli, e il ministro per lo Sviluppo economico dell’Italia, Paolo Romani, un accordo che permetterà alle ditte di trasporto di San Marino, Paese extracomunitario, di poter lavorare in tutta l’Unione europea. “Con questo atto”, ha spiegato Arzilli, “abbiamo adottato le stesse norme Ue. Era necessario che vi fosse l’autorità di un Paese di riferimento, è stata l’Italia, per rendere funzionario il tutto”. A San Marino il settore del trasporto su gomma ha circa 350 addetti che sarebbero rimasti a piedi dal primo gennaio. Con questo accordo, come ha ricordato Arzilli, “gli autotrasportatori sanmarinesi potranno continuare a lavorare”.

Gelpi: “Usare la fiscalità per ridurre i consumi e l’inquinamento”

“I sistemi di trasporto devono svilupparsi nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza, con costi accessibili per imprese e cittadini. Una politica della mobilità sostenibile e moderna richiede pertanto un approccio integrato che consideri tutte le modalità di trasporto, i carburanti, i veicoli, le applicazioni telematiche, la gestione della domanda e la sensibilizzazione e informazione dei consumatori”. Lo ha dichiarato il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Enrico Gelpi, nel suo intervento a Milano al convegno celebrativo dei 30 anni della rivista “Energia”, alla cui nascita e realizzazione l’Aci ha collaborato insieme a Romano Prodi, Alberto Clò e Massimo Ponzellini. Continua a leggere

Incentivi auto, la Francia pensa
a nuovi bonus per il 2011

La Francia riapre agli incentivi per la rottamazione delle auto. Un rapporto della Commissione finanze del Senato prevede infatti l’inserimento a bilancio di 40mila “super bonus” per un valore complessivo di 12 milioni di euro, da destinare a chi rottamerà il prossimo anno un veicolo con più di 15 anni di anzianità. Continua a leggere

Fiamme nel Frejus, da domani
i lavori per il tunnel di sicurezza

Questa mattina è tornato per alcune ore lo spettro dell’incendio in galleria sotto uno dei tunnel più importanti d’Italia, quello del Frejus. Secondo le prime ricostruzioni, un furgone ha preso fuoco dopo un tamponamento che ha coinvolto alcune automobili. Non ci sono stati feriti, ma soltanto undici intossicati, grande paura e momenti di panico per le persone che erano nel tunnel al momento del rogo. Tutti hanno comunque trovato riparo nelle nicchie di sicurezza del tunnel. I sistemi di sicurezza sono notevolmente migliorati negli ultimi anni. Continua a leggere

Alitalia e Jet Airways presentano
il volo diretto Malpensa-Dehli

“Salutiamo con favore il nuovo collegamento diretto dell’indiana Jet Airways, operato in code sharing con Alitalia”. Così l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, ha commentato la presentazione del volo diretto tra Milano Malpensa e Delhi avvenuta mercoledì alla presenza dell’amministratore delegato della compagnia aerea Rocco Sabelli, del presidente Roberto Colaninno e di Giuseppe Bonomi, presidente di Sea, società che gestisce gli aeroporti milanesi. Continua a leggere

Scuole, fabbriche e uffici chiusi:
Teheran si ferma per troppo smog

Qualche giorno fa vi abbiamo raccontato come la Commissione europea avesse deciso di portare l’Italia sul banco degli imputati della Corte di giustizia europea per i superamenti dei valori limite delle polveri sottili (clicca qui per leggere l’articolo). Ma non sono solamente l’Italia e la trafficata Europa ad essere alle prese con problemi di smog. Giovedì scorso, infatti, sono rimaste chiuse le scuole, gli uffici e le fabbriche a Teheran, in Iran, a causa dell’inquinamento dell’aria che, secondo il governo, ha raggiunto soglie preoccupanti. Lo riporta il sito web della Bbc. Continua a leggere