L’Aci: “Investire sulle strade
per evitare un incidente su tre”

Ancora troppi incidenti, in Italia come negli altri Paesi d’Europa, sono causati da strade inadeguate. L’allarme è stato lanciato dal presidente dell’Aci, Enrico Gelpi, intervenuto al XXVI Convegno nazionale dell’associazione mondiale della strada Aipcr. “Le criticità infrastrutturali compromettono fortemente gli standard di qualità del nostro sistema di mobilità”, ha detto Gelpi, “e almeno il 30 per cento degli incidenti fatali in Europa potrebbe essere evitato se ciascun Paese investisse nell’innalzamento degli standard di sicurezza della rete stradale”. Continua a leggere

Friuli Venezia Giulia, nuove armi
per lottare contro l’abusivismo

Potenziamento e semplificazione dei controlli, con l’uso di uno speciale mezzo mobile che consente la verifica telematica, in tempo reale, di documenti e autorizzazioni. È questo il succo di un protocollo d’intesa pilota contro l’abusivismo nel trasporto merci firmato venerdì mattina dal sottosegretario Bartolomeo Giachino, dalle quattro Prefetture del Friuli Venezia Giulia e dalle Forze dell’ordine. “L’obiettivo”, ha spiegato Giachino, “è quello di aumentare la sicurezza sulle strade e le garanzie per il rispetto della legalità sul mercato dell’autotrasporto. Nell’ultimo anno abbiamo aumentato del 50 per cento i controlli sui mezzi pesanti e questo protocollo d’intesa consentirà di far lavorare insieme numerosi soggetti, in particolare per quanto riguarda il controllo di legalità dei mezzi pesanti che arrivano dall’Est Europa”. Continua a leggere

Lago di Como, la statale Regina
resta vietata a pullman e camion

Il prefetto di Como, Michele Tortora, ha prorogato sino alla fine di aprile l’ordinanza con cui si vieta il transito sulla strada statale Regina, che percorre il lago tra Como e Menaggio dei mezzi più lunghi di 7,5 metri (con l’eccezione dei veicoli locali). Il prefetto ha anche confermato il divieto di transito dei mezzi pesanti nelle fasce orarie 6-8.30 (in direzione Nord) e 17-19 in direzione Sud. Continua a leggere

Troppe truffe assicurative, al sud le compagnie non coprono più i rischi

“Le imprese di autotrasporto residenti nel sud Italia non sono più nelle condizioni di assicurare i propri veicoli e la situazione è diventata ormai insostenibile per migliaia di professionisti del settore”. A denunciare la nuova emergenza è Paolo Uggè, presidente della Fai e vice presidente di Confcommercio imprese per l’Italia, secondo il quale “la decisione delle compagnie di assicurazioni di non coprire più i rischi nelle polizze Rc auto del sud, in seguito alle troppe truffe, ai troppi incidenti falsi che hanno penalizzato i bilanci delle stesse compagnie, non può essere applicata anche al trasporto merci, come invece è avvenuto. Continua a leggere

Sotto quel ponte il camion non passa: distrutte tre auto a Treviso

Può succedere che un gruppo di automobili facciano un incidente senza che nessuna di queste sia guidata da un conducente? La risposta è sì, basta guardare la foto del portale Oggitreviso.it che descrive un fatto di cronaca. Il protagonista dello scontro è un autotrasportatore sloveno. L’uomo era alla guida di una bisarca, i camion che trasportano automobili. Alle 15.30 di giovedì il mezzo è rimasto incastrato sotto un ponte in viale IV Novembre, a Treviso. Il camionista sloveno non aveva evidentemente calcolato bene le altezze, la peggio è così toccata alle auto nuove che lo sloveno avrebbe dovuto consegnare a una concessionaria. Continua a leggere

L’aria inquinata fa male al cuore,
ma rovina anche statue e fontane

Fioccano in questi giorni le notizie relative allo smog. Si parte da uno studio condotto dalla Fondazione Toscana Gabriele Monasterio – Cnr Regione Toscana e dall’Istituto di Fisiologia del Cnr di Pisa, presentata a Stoccolma all’ultimo congresso dell’European Society of Cardiology, che spiega come lo smog sia un killer per il cuore: chi ha avuto un infarto ed è stato anche esposto allo smog è più a rischio di morte rispetto a chi ha respirato aria un po’ più pulita. Continua a leggere

Uccise un pedone sulle strisce, confermata la condanna a 18 anni

La corte d’Appello di Milano ha confermato la condanna a 18 anni per omicidio volontario a un nomade italiano che il 16 settembre 2007 in via Padova investì e uccise un pensionato sulle strisce pedonali. Giovanni Conti Papuzza stava attraversando in via Padova quando è stato travolta da una Mercedes classe A. Dopo due settimana la polizia locale di Milano aveva fermato Angelica Mirella De Bon, 24enne monzese proprietaria dell’auto. La donna è stata poi scarcerata perché considerata innocente. Qualche ora dopo il suo rilascio in carcere è però finito il suo fidanzato, Alessandro Braidic, un nomade romeno di 25 anni, residente al campo di via Idro a Milano. L’uomo non solo non aveva mai preso la patente, ma aveva alle spalle diversi precedenti penali. Continua a leggere

L’allarme di Matteoli: “Troppi morti sulle strade extraurbane”

“Gran parte delle morti per incidenti stradali avvengono sulle strade extraurbane: su circa 4.000 vittime registrate nel 2009, 300 si sono verificate sulle autostrade e tutte le altre sulle strade urbane ed extraurbane”. È quanto ha reso noto il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Altero Matteoli, nel suo intervento a un convegno sulla sicurezza stradale organizzato dall’Apice, l’associazione mondiale per le strade. Ricordando che sulle strade urbane ed extraurbane ci sono limiti di velocità più stretti che sulle autostrade, Matteoli, pur facendo presente che le infrastrutture sono diverse, ha posto l’accento sul comportamento dei guidatori. “Gli utenti”, sono parole del ministro, “usano queste strade con più leggerezza”. Continua a leggere

Giachino promuove il 2010:
”Per i trasporti un anno positivo”

Il 2010? “Finora, almeno per il mondo dei trasporti, è stato positivo”. È soddisfatto Bartolomeo Giachino, felice perché il 2010 ha portato novità positive, un nuovo Codice della strada e pace sociale. Un anno decisamente importante, che il sottosegretario ai Trasporti riesamina per i lettori di Stradafacendo: “Prima c’è stato l’accordo con l’autotrasporto che non solo ha evitato il blocco dei Tir, ma che ha anche permesso di garantire la pace sociale fino al 31 dicembre 2011”. Continua a leggere

Autotrasporto, sì al bonus sul bollo
Ancora fermi i rimborsi dei pedaggi

Soldi, soldi, soldi. Per le imprese di autotrasporto che non versano in condizioni di difficoltà è infatti confermata la possibilità di ottenere un bonus sul bollo pagato per il 2010. Il bonus è del 38,50 per cento per i mezzi di massa complessiva compresa tra 7,5 e 11,5 tonnellate e del 77 per cento per i mezzi di massa superiore a 11,5 tonnellate. Per ottenerli bisogna presentare una dichiarazione sostitutiva. La notizia viene riportata dal sito “blog.pmi.it”. Continua a leggere